Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Non riesco a staccarmi

da questa visione.

Gli occhi miei raggiungono l’orizzonte

mille e mille volte

senza saziarsi mai.

E’ un incontro sublime

di cielo e di acqua

smaltato da continue fusioni

di azzurri e di verde

interrotte dall’argento dei fondali sassosi.

Così sospesa

sul limite dell’infinito

abbandonata fra terra e mare

vorrei l’eternità di quest’attimo

nella leggerezza del mio essere

ora

qui

lontano dal mondo

rapita dal dondolio di questa

incantevole culla

di acqua e di sassi

nell’abbraccio molle

di questo mitico mare

che si infratta fra le rocce a picco

mentre l’anima mia

si infratta

fra gli abissi dell’esistenza.

 

di Maria Rita Curcio 

All rights reserved

 

 

Visione ultima modifica: 2012-09-29T12:00:15+00:00 da Rita Curcio

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi