Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Cari freakers,

come state? Sono tornata, l’estate è finita e la routine quotidiana è ricominciata, ma se la voglia di ripartire già si sta facendo sentire, il posto che ho scovato questa volta è un’ottima idea per un weekend fuori porta all’insegna del relax e della natura.

L’agriturismo Pian di Meta Vecchia si trova nel comune di Castiglione D’orcia in provincia di Siena, immerso nel cuore della mia cara Val d’Orcia. Un posto unico, molto freak se volete sperimentare e provare un’esperienza diversa dal solito agriturismo. Per raggiungerlo non spaventatevi, ci sono 7 km di strada sterrata, nulla di impossibile e pericoloso, ma una volta arrivati sarete ripagati dal paesaggio e dai suoi colori mozzafiato, dalla natura in perfetto stile wild con tanto di caprioli a osservarvi e notti silenziose piene di stelle.

meta vecchia

I padroni di casa Elena e Andrea, dopo tanti anni di esperienza nel settore della ristorazione in una delle città più belle del mondo, Venezia, hanno deciso di cambiare vita e trasferirsi a Pian di Meta Vecchia. Si sono rimboccati le maniche e hanno ristrutturato il casale disabitato. Il risultato è uno stile rustico minimal con particolare attenzione ai dettagli e al confort degli ospiti.

Una cucina che va ben oltre gli standard del classico agriturismo tenendo fede al territorio, che vi sorprenderà e conquisterà, con prodotti bio dell’orto a km0, formaggi e salumi della zona, e il buonissimo sangiovese TerraLuna, prodotto nel vigneto a due passi dall’agriturismo.

meta vecchia

La cucina è la nostra storia e la nostra grande passione.

Queste le parole che descrivono il ristorante dell’agriturismo Pian di Meta Vecchia, una ristorazione che crede nell’agricoltura biologica  nella conservazione della biodiversità e nel rispetto della terra che non deve essere inquinata e impoverita. I prodotti utilizzati provengono dall’orto o da produttori selezionati della zona, il menù segue la stagionalità e la disponibilità delle materie prime, infatti cambia ogni giorno.

Così cambia e varia ogni giorno la colazione, cornetti e strudel appena sfornati, preparati dalle sapienti mani di Elena, farciti con le sue buonissime marmellate e confetture fatte in casa, yogurt e cereali con miele, uova sode, formaggio, succo di mela, caffè, cappuccino, frutta e tutto quello che una colazione completa richiede. Degna di un hotel a cinque stelle!

meta vecchia

La mia prima cena in agriturismo è iniziata con un fresco gaspacho di pomodoro piccantino.

meta vecchia

Abbiamo continuato con un profumatissimo riso venere con zucchine e finocchietto selvatico.

meta vecchia

Agnello brasato, insalata di verza con semi di papavero e pomodorini al forno. Da veri intenditori…

meta vecchia

E per finire, crema pasticcera con nocciole.

Delle altre cene ho dimenticato di fare le foto…ero troppo presa dai tramonti rosa dall’incantevole location e dai sapori sublimi dei piatti dello chef Andrea!

meta vecchia

Ma il vero spettacolo arriva quando il sole cala e sulle fantastiche sdraio, che mi sono rimaste nel cuore, potrete osservare e godere di un cielo pieno di stelle, con un silenzio irreale che vi avvolge.

Per capire a pieno le sensazioni e le emozioni che genera questo posto, vi consiglio di andarci e vivere un’esperienza unica!

Buon weekend e alla prossima!

di Sara Verrillo, all rights reserved

Un weekend a Pian di Meta Vecchia ultima modifica: 2017-09-29T05:57:45+00:00 da Sara Verrillo
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

A proposito dell'autore

Nata e cresciuta in un piccolo paesino del Fortore, Molinara, in provincia di Benevento si trasferisce a Roma per completare gli studi universitari. Laureata in Scienze Sociali presso la Sapienza, porta avanti la sua passione per la cucina e per tutto ciò che intorno ad essa ruota.
Fin da piccolina è sempre stata in cucina con la mamma, con le zie e con le nonne; ha visto più pasta fresca lei che tutte le botteghe italiane di pasta fresca. Sarà forse per queste esperienze di vita che Sara è tanto affascinata e coinvolta da pentole e cibo, tanto da volerne fare la sua professione. Le piace mangiare, ma soprattutto sporcarsi le mani e sperimentare nuove ricette, cucinare per le persone care e amici perché come dice sempre lei: si cucina sempre pensando a qualcuno, altrimenti si sta solo preparando da mangiare…

Post correlati

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi