THIS IS (A STORY OF) FOOD

di Fabrizio Spaolonzi

THIS IS (A STORY OF) FOOD

di Fabrizio Spaolonzi

THIS IS (A STORY OF) FOOD

di Fabrizio Spaolonzi
2 minuti di lettura

Ristoranti e bistrot, chef e pasticceri, street food e gelati, cucina pop e gastronomia gourmet: approcci e punti di vista differenti, che si incontrano e confrontano per due giorni alle Officine Farneto di Roma. Ed in mezzo, bollicine, assaggi e workshop. Questo è This is Food 2016.

thisisfood-1200x679

Quarta edizione per la due giorni romana organizzata da Snob Production in collaborazione con le Officine Farneto, che avrà certamente molto da Raccontare. E le Storie div(g)ne da ascoltare non mancheranno di certo! Scorrendo sui protagonisti del mio percorso personale, penna puntata sulle tante realtà giovani, aperte da meno di sei mesi e caratterizzate da concept innovativi e inediti. this-is-food

Tra le curiosità che faranno da momento di formazione, di dibattito, di business training, il CONTAINER, il contest di Nastro Azzurro dedicato a nuovi progetti e start up di giovani appassionati e futuri imprenditori, “This Is Instagram”, workshop presentato da Foodies Roma incentrato sull’utilizzo di Instagram nella comunicazione contemporanea della nuova food culture ed il curiosissimo “Food & The City – 1001 (o forse un po’ meno) storie su come il mondo del food incontra, giorno dopo giorno, la tecnologia”, il panel presentato da Moovenda. E proprio per leggere di queste più-o-meno mille storie (non solo) divi(g)ne, diamo appuntamento al dopo This is Food con il consueto Racconto, tra bicchieri, bocconi, storie di successo, giovani, tecnologia e tante, tante storie. La prima però, la anticipiamo, perché si tratta di Moovenda stessa, start-up nata durante lo Startup Weekend romano del 2014, che si occupa di abilitare la consegna a domicilio per i migliori locali della città, ritirando il cibo ordinato e consegnandolo a domicilio tramite i suoi “Moovers”, in cambio di una percentuale sul conto, garantendo maggior servizio ai ristoranti ed evitando maggiorazioni di costo per il cliente finale.

Di-vino, che altro mi dici? Ti dico che mi sposterò tra un sorso e l’altro nella due giorni, ma che già so che l’atmosfera sarà frizzante. Molto frizzante. A quanto leggo, come direbbe The Mask, il clima sarà “Spumeggiante!”.

Appuntamento allora al This is Food 2016, 28-29 maggio, ma soprattutto al dopo This is Food, con le Storie divi(g)ne, questa volta molto fresche, molto innovative e molto tech!

di Fabrizio Spaolonzi, all rights reserved

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati