The Freak’s cinema collection, speciale Tour Operator.

di Francesca Parisi

The Freak’s cinema collection, speciale Tour Operator.

di Francesca Parisi

The Freak’s cinema collection, speciale Tour Operator.

di Francesca Parisi
4 minuti di lettura

Estate. Una spiaggia troppo calda e una pancia troppo piena dopo l’abbondante pranzo. Schiamazzi vari di bambini elettrizzati e genitori in cerca di pace. Qualche nota poco limpida fa da accompagnamento musicale; proviene dallo stabilimento accanto, deve essere uno dei tormentoni estivi! Un lettino sotto l’ombrellone, il libro aperto sulla stessa pagina da almeno una decina di minuti; uno sguardo allo smartphone in cerca di un’offerta lastminute o di un’idea per rendere la prossima estate più avvincente. Un giro su Facebook, uno “stasera usciamo” su Whatsapp. Gli occhi si socchiudono, e finalmente lo senti, il mare.

Apri gli occhi e ti rendi conto di essere rimasto solo, gli ombrelloni sono scomparsi, il lungomare è una distesa di palme, il sole sta tramontando in quel mare tanto azzurro da sembrare surreale. Il canto delle cicale è pura armonia. Il paradiso.

Il problema ti si presenta quando il bambino col Super Santos, ormai stizzito dalle grida della madre, decide che sarai tu la sua prossima vittima. Così ti risvegli -nel peggiore dei modi!- e dici addio alla tua isola del tesoro, alle spiagge bianche, ai paesaggi verdi.

Con questa Freak’s collection vogliamo consigliarvi alcuni tra i film ambientati nei posti più suggestivi ed affascinanti del pianeta. Quelle mete sconfinate che almeno una volta nella vita desiderereste visitate, e non solo nei sogni di un pomeriggio in spiaggia. Quelle mete da aggiungere alla To Do list sotto la voce “viaggi spettacolari”. Oggi vogliamo sostituirci ad un tour operator per raccontarvi di quei luoghi rimasti ancora intatti che rappresentano veri e propri patrimoni che il nostro pianeta ha da offrirci, paesaggi pittoreschi, foreste selvagge e spiagge paradisiache.

Into the Wild – Nelle terre selvagge

Il film narra la storia di Christopher Mc Candless (Alexander Supertramp) un giovane che subito dopo aver conseguito la laurea decide di partire per un viaggio di due anni che lo guiderà fino alla scoperta dell segreto della vera felicità. Un viaggio dagli Stati Uniti al Messico giungendo fino in Alaska, terra incontaminata e selvaggia che gli permetterà di affrontare un cammino dentro se stesso. Emozionante e suggestivo.

“Happiness only real when shared”

La mia Africa

Se il cast non fosse stato abbastanza da rendere il film un capolavoro, sicuramente il regista ha voluto assicurarsi una cornice unica che fa essa stessa da protagonista. La narrazione lenta accompagna perfettamente la fotografia e le lunghe distese di praterie africane. Affascinante è sicuramente la scena in volo.

Un’ottima annata

Il film è ambientato per la maggior parte in Provenza, una regione a sud est della Francia. Questa regione è nota per le piantagioni di lavanda che rendono il paesaggio incantevole ed unico nel suo genere. Il film racconta la storia di uno spregiudicato uomo d’affari Londinese che eredita un vigneto a Gordes, dove aveva trascorso parte della sua infanzia. Riscoprirà pian piano i valori con cui era cresciuto decidendo infine di lasciare il lavoro a Londra per vivere in Francia.

Mamma mia!

Il film rappresenta l’adattamento cinematografico del noto ed omonimo musical accompagnato dalle musiche del gruppo pop svedese Abba. Gli esterni della pellicola sono stati girati interamente nelle isole Greche di Skiathos e Skopelos. Per gli amanti delle piccole case arroccate, basse, bianche con qualche punta di blu questo film sicuramente non deluderà.

I diari della motocicletta

Il film ripercorre sostanzialmente il viaggio on the road di un giovane Ernesto Guevara insieme ad un suo caro amico a bordo di una motocicletta, la Poderosa, lungo tutta l’America Latina. Il film tenta di interpretare la formazione intellettuale del futuro rivoluzionario il quale tramite questo viaggio ha conosciuto la povertà del popolo latino americano mettendo in discussione i sistemi economici vigenti.

Mangia prega ama

 La pellicola narra la storia di una donna con una vita apparentemente perfetta che non si sente felice. Per questo decide di allontanarsi ed intraprendere un viaggio intorno al mondo. In Italia (visita Roma e Napoli) riscopre il piacere di mangiare; in India arricchisce la sua spiritualità e, inaspettatamente, in Indonesia, a Bali, ritrova il suo equilibrio interiore grazie al vero amore.

«Io credo ancora nel Paradiso, ma almeno ora so che non è un posto da cercare fuori: perché non è dove vai, lo trovi dentro, quando senti per un momento nella tua vita di far parte di qualcosa; e se lo trovi, quel momento, dura per sempre.»  [The Beach]

Buona estate a tutti! Godetevi la vostra isola, ovunque essa sia, chiunque essa sia!

Laguna blu

Paradiso amaro

Ombre rosse

Marrakech express

Il treno per il Darjeeling

a cura di Francesca Parisi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati