Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Ma quali vecchi e vecchi!? Sono forti, duri e molto arrabbiati!

 

Esaltante. Entusiasmante. Adrenalinico. A tratti comico e sempre, ma sempre attraversato da una tagliente e nostalgica ironia che colora praticamente tutta la sceneggiatura. Diretto dall’abilissimo Simon West,  famigerato per le sue pellicole  come “Con Air” (1997), “Lara Croft : Tomb Raider” (2001) e “Professione assassino” (2011), con un budget che in questo secondo episodio è lievitato alla cifra secca di quasi 100 milioni di dollari e che ben promette di guadagnarne almeno il triplo, “The Expendables 2 – I Mercenari 2” rappresenta la perfetta incarnazione del desiderio di Sly Stallone di fare una super rimpatriata con le stelle del cinema che tra gli anni 80’ e 90’ sono diventate le più celebri icone degli “Action Movie”, ciascuna con la propria specialità.

E gli amanti del genere, delle sparatorie più fracassone e delle scazzottate più sanguinolente, certamente non rimarranno delusi, anzi tutt’altro. Ebbene si, perché in questo straordinario sequel ci sono praticamente tutti! Lo Stallone Italiano di “ Rocky Balboa”, il bronzo di Riace e invincibile Terminator  Schwarzenegger, l’agilissimo Kung-Fu Man Jet Li, il Vendicatore Dolph Lundgren,  e ancora Bruce Willis, Jason Statham, Terry Crews, Randy Couture e le fantastiche new entry Jean- Claude Van Damme, Liam Hemsworth, Scott Adkins, Yu Nan e infine il mitico ed immortale Chuck Norris, che interviene nella pellicola come un eroe risolutore, al confine con la parodia, con la stessa potenza ed eleganza con cui ha fatto leggenda in “Walker Texas Ranger”.

Con un cast cosi si rischiava di degenerare nel più stupido e scontato polpettone americano, tra l’altro azzardando di mancare di concedere a ciascun dei super-heroes dello Squadrone dei Mercenari lo spazio che ognuno realmente meritava. Ma il duetto West-Stallone è stato impeccabile. In 102 minuti di pellicola hanno riunito proprio tutti e per di più ciascuno ha tranquillamente ottenuto il proprio mare fatto di pugni e rumorose fucilate dove esaltare con tutte le proprie qualità. Insomma, come dice in maniera malinconica ma decisa lo “Schwarz californiano” : “ Ci siamo tutti…Chi manca? Rambo!?”. E questa infatti l’ironia mesta che come una lama affilata attraversa i dialoghi di tutti questi incredibili gladiatori un po’ attempati, che tra iniezioni di botox, body-building, steroidi e lifting a livelli estremi, sembrano essere veramente immortali e dimostrano tutt’altro che la propria età, fino a quando ancora una volta Mister Universo Schwarz, a missione compiuta, dice agli amici Willis e Stallone :”Quelll’aereo? Si, dovrebbe stare in un museo. Come noi!” In una parola Signori e Signore, un film esplosivo con una trama che mescola onore, lealtà e senso di amicizia che vi farà divertire ed ancora divertire. In tutte le sale dal 17 agosto 2012!

 

       di Jack Forrest Sabella

The Expendables 2 – I Mercenari 2 ultima modifica: 2012-08-21T10:30:00+00:00 da Giuseppe Ruggero Sabella, alias "JFS"
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

A proposito dell'autore

Avrebbe voluto nascere alla fine degli Anni 60, in modo che negli Anni ’80 ne avrebbe avuti 20, diventando così il Re di tutti gli Yuppies, Gordon Gekko e Patrick Bateman compresi! Ma non è stato proprio così, e Giuseppe – JFS per tutti i matti che gli corrono dietro – nasce a Palermo nel 1991, da Natale e Rita, crescendo a pane e Cinema, migliaia di pellicole che, insieme a tanta Filosofia che divora sin da piccolino e alla passione per il concetto del self made man, lo definiranno per sempre. Avrebbe voluto fare l’attore, ma poi ha pensato che non fosse necessario mettersi per forza davanti ad una macchina da presa per recitare, e così, tra un sigaro cubano ed un bicchiere di Lagavulin, e’ diventato imprenditore ed ha preso una Laurea in Legge specializzandosi in Diritto Penale dell’Economia e dei Mercati Finanziari, il suo lavoro. Ha sempre pensato che sia meglio creare un lavoro piuttosto che trovarne uno: forse è per questo che tiene sempre una foto di Michael Douglas in camera sua, accanto a quella di Di Caprio in The Wolf of Wall Street. Sartriano fino al midollo ma altrettanto credente nel buon Dio, adora la Politica, la musica i videogiochi e scrive confidando nelle stelle e nell’homo faber fortunae suae.

Post correlati

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi