martedì, Ottobre 22, 2019
Cart / 0,00

Nessun prodotto nel carrello.

Tag: poesie

L’alba

L’alba

L’alba Nella prima luce del mattino si abbronzava sempre di pensieri un eremita. Un giorno, assorto nella sua malinconia andò verso il mare per parlare con l’alba, per adorare le sue beatitudini e per ringraziarla di tutti i beni che ci fornisce e che dona alla natura. Mentre l’eremita ringraziò ...

Read more
Trappole e parole

Trappole e parole

Trappole e parole Vivere come mira nel buco di una tazza da ingollare. Avidamente vivere come l’acciarino secco e del mare, incrostato suono adula dietro a quel monte una cartolina nel vuoto che di storia s’ingromma! E quel sonnifero che schernisce i sensi, che intorpidisce l’anima quando vita si defila ...

Read more
Nunc

Nunc

Nunc Allo strapiombo di tutti i tumulti, che sfiatano in fretta di furia piú secca, la gola e occhi arsi e deserti quale speranza, se volgi al domani? Quale la via, le luci di casa? Sosta un momento negli occhi piú placidi muti e gioiosi nelle corone di foglie, attorno ...

Read more
Su fili di rame

Su fili di rame

Su fili di rame La rugiada si regge a braccia conserte scrutando il pallore d'incerte betulle. Osserva le luci, sospette di ombre di verde e di rame, finzioni realtà atti teatrali di amabili lenti, forse carezze oscure di piombo. La rugiada si regge a braccia conserte. di Bruna Piacentino, all rights ...

Read more
Liberazione

Liberazione

Liberazione Ho lasciato agli armadi gli abiti da scena, quelli che addosso stanno poco, per il tempo dell'apparizione. Ho lasciato alla Misericordia memorie, di bocche affamate a succhiarmi la vita lasciandomi vuota. Mi sono spogliata. Mi sono spogliata davvero di te, Morte, che ti fingi Vita. Cammino nuda ora, vestita ...

Read more

Intramontabile

Intramontabile Se non fosse per questo tempo insensibile che asciuga le attese e le scansioni immaginarie, ti direi che esiste un posto di perenne grazia dietro quell'assurda fossetta che ti buca la guancia o sulle nostre serrande issate la domenica mattina. Le volte che è silenzio nell'infelicità dei passanti, che ...

Read more

Gòlgota

Gòlgota Quante volte, Morte, mi hai chiesto la vita da quando ho scelto di guardarti? Quante volte, mi hai spezzato il fiato e le ginocchia, lasciato nel dolore muto. Hai ferito la verginità della mia mente, la purezza della mia carne. Ti ho accolta nel mio corpo fino a lasciarmi ...

Read more

Quanto le devo

Quanto le devo Può non comprendere la mia riconoscenza ma mi fido di lei, quando mi avanza di fronte al dirupo, quando mi adagia sul terreno, quando mi ripara dal tremore. Sono una foglia vagante di un autunno perverso ma mi fido di lei, del suo sussurrarmi i pensieri, del ...

Read more
Page 2 of 17 1 2 3 17

Carrello

Facebook

Random Choice

In Libreria

Freaks Letter

Iscriviti alla FreaksLetter!

* indicates required
Trattamento Dati *

Login to your account below

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.