Shazam – la videorecensione

di Fabrizio Lucati

Shazam – la videorecensione

di Fabrizio Lucati

Shazam – la videorecensione

di Fabrizio Lucati
2 minuti di lettura

Tutti abbiamo un supereroe dentro di noi, ci vuole solo un po’ di magia per farlo uscire fuori. Nel caso di Billy Batson (Angel), basta pronunciare una sola parola – SHAZAM! – per far sì che uno scaltro quattordicenne in affidamento si trasformi in un adulto, il Supereroe Shazam (Levi), per gentile concessione di un anziano mago.

Essendo ancora un ragazzino nell’animo – dentro un corpo sovrumano – Shazam si diverte in questa versione adulta di sé stesso, facendo ciò che qualsiasi adolescente farebbe con dei superpoteri! Può volare? Ha una vista a raggi X? Può lanciare dei fulmini dalle mani? Può saltare i test delle lezioni di studi sociali? Shazam si propone di testare i limiti delle sue capacità con la gioiosa imprudenza di un bambino. Ma avrà bisogno di imparare a dominare rapidamente questi poteri, per combattere le forze del male controllate dal Dr. Thaddeus Sivana (Strong). 

Questa la sinossi ufficiale del nuovo film Warner/DC. L’universo condiviso c’è ancora, il progetto Snyder e la sua ricercata cupezza non più (shame on you Wraner/DC). Un film dal sapore vintage perché ricorda i film per ragazzi di fine anni ’80, inizio ’90. Non particolarmente bello (personalmente non l’ho apprezzato), il film diverte ma è troppo carico di quei buoni sentimenti (forzati) che rendono il film poco appetibile per chi ha la mia età e preferisce il Marvel Universe, fossi diventato io il problema?

Shazam, la videorecensione di Fabrizio Lucati

di Fabrizio Lucati, all rights reserved

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati