I PRIMI PASSI PER COMPORRE MUSICA DAL TUO PC

di Brando Amedei

I PRIMI PASSI PER COMPORRE MUSICA DAL TUO PC

di Brando Amedei

I PRIMI PASSI PER COMPORRE MUSICA DAL TUO PC

di Brando Amedei
2 minuti di lettura

In un periodo storico come quello attuale, in cui la maggior parte delle composizioni musicali integrano la musica tradizionale all’elettronica, ogni aspirante compositore per essere al passo coi tempi deve saper come utilizzare gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione. Imparare a fare musica elettronica dal pc è un’operazione che richiede della pratica per prendere confidenza con i principali software in commercio e apprendere come utilizzarli al meglio; inoltre prevede conoscere tutta una serie di componenti hardware da acquistare, per massimizzare il proprio tempo disponendo di una postazione pc perfetta. Vediamo dunque quali sono i primi passi che porteranno i musicisti a comporre musica dal pc e dare vita ai loro personalissimi beat.

Notebook: quali caratteristiche deve avere?

Il primo step sarà ovviamente la scelta del laptop migliore per comporre musica elettronica. Da questo punto di vista, sappiate che il sistema operativo più adatto è sicuramente MacOS, ma richiede più pratica di Windows, che a volte si rivela meno performante soprattutto quando si utilizzano in contemporanea altri software. Per quanto concerne la RAM, il nostro consiglio è di dotarsi di un notebook che abbia minimo 8 GB (meglio 16), mentre le schede SSD sono da preferire ai comuni hard disk, perché più veloci e precise. Un consiglio sul capitolo monitor: assicuratevi di avere uno schermo grande se fate della musica elettronica live nei dj set. Infine, il prezzo: per avere un’idea dei modelli disponibili sul mercato è opportuno visitare gli e-commerce che presentano le offerte sui notebook, soprattutto se l’intenzione è quella di risparmiare sulla spesa senza dover rinunciare alle specifiche appena viste.

Non solo laptop: come assemblare una postazione per fare musica?

Il notebook è il cuore pulsante della vostra DAW, ma non è certo l’unica componente hardware importante per fare della buona musica al computer. Nello specifico, la vostra digital audio workstation deve essere arricchita da altri device, quali ad esempio un alimentatore da almeno 500w, che mantenga la corrente costante, un gruppo di continuità per evitare che l’impianto si rovini a causa di interruzioni improvvise della tensione, e ovviamente il software per creare musica. Non dimenticate infine la tastiera musicale digitale, il collegamento a delle buone casse stereo e la scelta del giusto microfono: tutti elementi indispensabili per iniziare a comporre la vostra musica.

Musica al pc: quali sono i software migliori?

Una volta che avrete sistemato e completato la vostra postazione hardware, dovrete anche capire quali sono i migliori software per comporre musica digitale. In questo senso il mercato offre tantissime alternative: noi vi consigliamo in particolare programmi come Audacity, utile anche per convertire in digitale la vecchia musica, oppure se state cercando qualcosa di professionale e siete disposti a spendere per l’acquisto delle licenze scegliete programmi come Acid Pro e FL Studio. Infine, altri software molto validi per la composizione musicale sono Music MasterWorks, Accordion ed Encore. Con tutti questi programmi potrete fare qualsiasi operazione di mixing, oppure creare direttamente da zero le vostre tracce audio.

all rights reserved

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

governo Draghi: un'ammucchiata necessaria

Ammucchiata
necessaria = Draghi

3 minuti di letturaIl governo Draghi oggi sembra un’ammucchiata, persino uscita male. Non c’è dubbio. Capisco infatti la delusione di molti. Di chi voleva discontinuità

LEGGI TUTTO