Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Sulle tue virtù ho poggiato la mia esistenza

immaginando infine un buon miracolo di sapienza

ho mangiato e nuotato per le tue lacrime e ristorato

le tue ginocchia sbucciate

spedito i miei piedi e le mie mani

su navi e aerei per togliere la pioggia prima che arrivasse

o per aprire l’ombrello se fosse stato troppo tardi

ma in ogni caso per non lasciarti sola.

 

Sulle tue virtù ho ballato i Beirut e costruito

capanne di lenzuola

e sconfitto un dragone imponente prima

di accendere la luce e vederti

attendendo sempre un buon miracolo di sapienza.

 

Sulle tue virtù ho lasciato le mie

alla fine della guerra ho sepolto da solo i corpi

e innaffiato le piante

dimenticandomi le stagioni e tutti i miei strumenti musicali

e guardando dalla finestra

ho letto, acceso una sigaretta

e spedito i miei piedi e le mie mani a ritrovarti

ancora.

 

di B. P. All rights reserved

Poesia – In attesa di un miracolo ultima modifica: 2015-01-22T13:15:56+00:00 da Redazione

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi