PALATINO BISTROT, DIREZIONE FRANCIA

di Sara Verrillo

PALATINO BISTROT, DIREZIONE FRANCIA

di Sara Verrillo

PALATINO BISTROT, DIREZIONE FRANCIA

di Sara Verrillo
2 minuti di lettura

Palatino Bistrot, direzione Francia

Oggi siamo di nuovo in quel della Francia, è un po’ che i piatti francesi mi inseguono, vorranno mica dirmi che è arrivato il momento di programmare un viaggetto?

Intanto vi racconto di Palatino Bistrot che ha aperto in Via Tirso 46/48 quartiere Salario.

 Palatino Bistrot

Palatino Bistrot nasce dalla passione gastronomica di tre amici, Giorgio De lulio, proprietario dell’ Hosteria Po, David Bilski di VA SANO una deliziosa boutique enogastronomica di prodotti francesi, e Florent Carrière ideatore del locale Crêpese Gallettes a Rione Monti.

Palatino prende il nome dallo storico treno che in una notte collegava Roma a Parigi, ora non più attivo. L’ambiente elegante e caldo, infatti, è enfatizzato da elementi di arredo dei treni di altri tempi, dal sapore romantico e retrò.

 Palatino Bistrot
Foto Marco Ricci

Ma la magia del bistrot prende vita in cucina dove prodotti di qualità francesi e italiani vengono uniti e combinati dallo chef Rocco Cavadini, un vero “cavallo di razza”!

Che dire di questo giovane e bravissimo ragazzo se non che sa il fatto suo?!

 Palatino Bistrot
Chef Rocco Cavadini

Rocco Cavadini, infatti, dopo essersi formato nella scuola di cucina Paul Bocuse di Lione, ha avuto esperienze in diversi ristoranti francesi, per poi tornare in Italia e approdare all’Osteria Francescana nella brigata del grande Massimo Bottura.

La mia cena è iniziata con la degustazione di tre buonissime gallettes bretoni preparate con grano saraceno, farcite e preparate al momento che non vedo l’ora di riprovare. Tutte buonissime!

 Palatino Bistrot
Gallette salmone rucola e yogurt
 Palatino Bistrot
Gallette con miele noci e formaggio di capra
 Palatino Bistrot
Gallette con cotto e emmental

Come antipasto ho scelto un ottimo polpo, altra mia grande passione come già sapete, con patate  emulsione al sedano, presentazione e gusto magnifici.

 Palatino Bistrot

A seguire, ho provato il buonissimo petto d’anatra laccato, zucca confit lardata alla cannelle, spinaci.

 Palatino Bistrot

E per concludere in bellezza non potevo non assaggiare il mont blanc, meringa francese al cacao, creme montege alla violetta, un ottimo modo per chiudere una splendida serata al Palatino Bistrot.

 Palatino Bistrot

Vi lascio un paio di foto di altri deliziosi piatti che potrete assaggiare da Palatino Bistrot, senza tralasciare che nel grazioso dehor all’esterno potrete godervi un buonissimo aperitivo con formaggi da leccarsi i baffi, o se preferite un brunch dai sapori francesi con croissant, baguette burro e marmellata, uova in diverse preparazioni e quiches.

 Palatino Bistrot
Brunch al Palatino
 Palatino Bistrot
Foie gras pere povches al vin brule. Zuppa di cipolla, baguette gratinata all’emmental
 Palatino Bistrot
Spalla di maiale, pure di patate alla noce moscata, sauce bordelaise, chuthney di mele

Buon weekend Freakers!

di Sara Verrilloall rights reserved

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Afghanistan:
cosa accade oggi

6 minuti di letturaAfghanistan. Lo scorso 12 ottobre la nostra capitale ha avuto l’onore di ospitare la seduta straordinaria del G20 dedicata alla questione afghana.

LEGGI TUTTO