Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Palazzo Velli Expo presenta Ozmo

Anteprima internazionale

Dove l’arte si fonde con la realtà virtuale

A Roma c’è un luogo antico dove sta germogliando qualcosa di magico e nuovo. Dove le pareti della classica galleria d’arte si dilatano, oltrepassano i confini fisici, quasi scompaiono. Questo luogo è Palazzo Velli Expo, storica dimora realizzata alla fine del Quattrocento a Trastevere. È qui che mercoledì 5 ottobre si terrà l’anteprima della mostra personale di OZMO. L’artista toscano, uno dei rappresentanti più di spicco del neomuralismo a livello internazionale, sarà il protagonista e darà il via ad un progetto ambizioso che chiama in causa la realtà virtuale e tutto quel che ne consegue a livello di scoperta emozionale, percettiva e intellettiva.

OZMO muovendosi fra immagine reale e surreale, mixando il linguaggio pop a quello allegorico, attraverso il suo gesto creativo, che assimila, processa e combina,  propone associazioni fantastiche di segni e immagini che generano ambiguità e danno luogo a stratificazioni linguistiche e nuovi diagrammi di senso. Ogni sua opera è una soglia  che ci conduce oltre la realtà codificata.

Per questo Palazzo Velli Expo – location ufficiale del programma Off di Outodoor Festival 2016 (che quest’anno ha come claim proprio beyond)- sceglie la preview della personale di OZMO come primo appuntamento di un ciclo di mostre in collaborazione con Oniride, studio che sviluppa contenuti di realtà virtuale per l’arte, la cultura e lo storytelling. Grazie a questa sinergia, la stagione romana 2016/17 prospetta un modello espositivo del tutto inedito, un nuovo concept di mostra nell’allestimento e nella fruizione, da cui scaturisce una doppia esperienza: fisica e metafisica.

Il visitatore potrà percorrere le sale dello spazio espositivo e – attraverso l’uso dei visori Samsung GearVR messi a disposizione – vivrà un’esperienza di Mixed Reality (realtà virtuale e realtà aumentata), che fornirà un ulteriore livello di approfondimento e fruizione di un’opera esposta. Tecnicamente saranno proposte le seguenti interazioni: da una parte una riproduzione virtuale degli ambienti dove le opere sono o sono state originariamente collocate: Questo restituirà l’impressione dello spazio urbano ma anche l’ispirazione dell’autore rispetto allo street environment che le ha generate. Inoltre puntando col visore sul quadro appeso, il sistema digitale fornirà testi e immagini in “sovrimpressione” e contenuti di approfondimento sui dipinti.

Tutto questo è possibile? Non resta che venire a Palazzo Velli Expo per scoprirlo per un viaggio virtuale tanto coinvolgente quanto realistico.

OZMO

Ozmo, nato a Pontedera, Pisa nel 1975, si forma all’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Nel 2001 si trasferisce a Milano, dove comincia a collaborare con le maggiori gallerie della città, firmandosi con il suo nome di battesimo e presentando lavori dalla forte connotazione pittorica e dove, già promettente/affermato artista, contemporaneamente interviene nello spazio pubblico firmandosi con la sua Tag: Ozmo, gettando le basi per quella che sarebbe diventata la Street Art italiana contemporanea, di cui è uno dei pionieri e noti esponenti anche a livello internazionale.Dal 2003 le opere di Ozmo sono una presenza costante nel circuito dell’arte e in alcune importanti collezioni pubbliche museali. Tra le mostre italiane ricordiamo: Palazzo della Ragione (2005), Pac (2007) , Palazzo Reale (2007), fino alla sua personale “Primo Piano d’Artista”, al Museo del 900 di Milano e alla realizzazione di un ‘opera muraria permanente di 14 m di altezza sulla terrazza del museo MACRO a Roma, nel 2012. Parallelamente all’ attività artistica istituzionale, Ozmo realizza interventi di street art monumentale nelle più importanti capitali dell’arte contemporanea e urbana: San Francico, New York, Miami, Chicago, Londra, Berlino, San Paolo, La Habana, Beirut , Milano, Roma, Torino Palermo, Bari,etc. Questa estate è stato ospite della galleria FIFTY24SF Gallery a San Francisco con la sua personale Ferro e Oro. Nella stessa città ha realizzato un murale di 270 mtq. realizzato a San Francisco – 11 x 24 metri – nei quali offre la sua personale rilettura di uno dei capolavori dell’arte occidentale: il Déjeuner sur l’herbe di Édouard Manet. Inoltre ha appena terminato un enorme murale in Val Camonica.

ONIRIDE

Oniride nasce nel giugno 2014 come start-up per lo sviluppo di contenuti di realtà virtuale immersiva (VR). La vocazione aziendale di Oniride è rivolta alla valorizzazione, promozione e conservazione digitale del patrimonio culturale, attraverso la diffusione di contenuti all’interno di musei e siti archeologici in VR, e per la fruizione domestica. Inoltre Oniride lavora su esperienze immersive per la narrazione di storie in realtà virtuale, nel settore dell’educazione e della formazione, nel training aziendale e nell’assistenza alla disabilità: tutti ambiti in cui la VR può fare la differenza. Oniride è stata aggiudicataria del bando di finanziamento e riconosciuta come la “prima start-up del Lazio” per gli anni 2015 – 2016. Il programma “Creative Europe”, promosso dall’Unione Europea, finanzia il progetto europeo “BeSpectACTive!”, per il potenziamento e la diffusione delle arti performative innovative. Oniride è partner tecnologico del gruppo per la produzione dei contenuti immersivi di realtà virtuale a servizio della rappresentazione teatrale e drammaturgica. Il progetto di applicazione della VR in questo ambito (all’interno cioè dello “spazio-teatro”) è il primo al mondo nel suo genere e assegnatario del finanziamento europeo.

PALAZZO VELLI EXPO

Palazzo Velli è uno spazio museale privato nell’incantevole cornice del Rione Trastevere. Situato nel cuore pulsante di Roma, Palazzo Velli Expo è una storica dimora romana realizzata alla fine del Quattrocento. Nel 1970 l’intervento di restauro, realizzato nel rispetto di materiali, tecniche e colori quattrocenteschi, ha permesso a Palazzo Velli di caratterizzarsi come una struttura densa di elementi storico – artistici dotata, allo stesso tempo, di tutte le facilities e gli aspetti tecnologici essenziali per definirla oggi come spazio polifunzionale ideale per ospitare eventi quali: esposizioni, convegni, mostre, presentazioni aziendali e operazioni pubblicitarie esclusive. In sintonia con quanto accade nelle maggiori capitali europee, il Palazzo è stato concepito come uno spazio culturale ricco di suggestioni storiche ed artistiche. Un centro in continua evoluzione e crescita che propone ai visitatori progetti raffinati di giovani ed affermati artisti e, per i clienti, standard tecnologici di eccellenza adatti alla realizzazione di qualunque tipo di evento anche commerciale. Dalle mostre d’arte alle rassegne cinematografiche, dal teatro alla fotografia, dalla musica alla presentazione di libri Palazzo Velli è ad oggi una realtà unica nel suo genere rappresentativa della realtà urbanistica del centro di Trastevere.

OZMO A PALAZZO VELLI – INCONTRO TRA ARTE E REALTÀ VIRTUALE ultima modifica: 2016-10-05T12:00:53+00:00 da Redazione

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi