Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Mi preme l’idea di te

del lenzuolo che forte trascina

la polvere lontano.

 

Con occhi pieni di spezie e avorio

intrecci sguardi che sanno di vino

di vita

e tra le labbra nascondi passaggi che non so

che naufragano con me.

 

Sfumano le mani mentre collezioni

trasparenti echi di me

che sanno di pioggia sul parabrezza

e gomiti sul cruscotto per ricavare

lo spazio migliore.

 

Mi preme l’idea di te

del caffè la mattina

che trascina lontano

montagne buie.

 

12 – 10 – 2012

 

di Pietro Maria Sabella All rights reserved

 

Mi preme l’idea di te ultima modifica: 2012-10-12T12:00:16+00:00 da Pietro Maria Sabella

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi