L’autunno di Serafina

di Enrichetta Glave

L’autunno di Serafina

di Enrichetta Glave

L’autunno di Serafina

di Enrichetta Glave
1 minuti di lettura

LAUTUNNO DI SERAFINA

Vedrai, Serafina tra le persiane malchiuse
di palazzi cementati, tra i lerci chiostri di spazi consueti
un reliquiario discorrere di ricordi nellora del dì più attesa:
non è che un accordare la terra alliperbole del cielo
a quel dolce ritratto duniverso in cui cercare silenzio
e trovarlo soltanto tra i tocchi ingarbugliati di foglie franate lasciate
andare.
Fosti fatta se non per intendere la vita come un punto
di eterno ritorno alle cose passate, alle attenzioni pregresse
logorate infine dalle dimenticanze del tempo. Invero, mai
toccasti le altezze dei tuoi ripensamenti -rimpianti
caduchi- dove volgono i passi quando la desolazione tavvinghia
perché a tradirti hanno infuocato ghiacciai le tue parole
e rovistato un passante travestito da Divinità. Di strappargli speravi
un poco di compassione o forse davvero una promessa di volto
ma sgarbato lAutunno ti spara addosso e ti sferza soltanto
folate di vento.

di Enrichetta Glave, all rights reserved

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Caravaggio

Caravaggio
ritrovato: vero?

3 minuti di letturaIl lotto n. 229, Incoronazione di Spine, della cerchia di Josè de Ribera, pittore barocco detto lo Spagnoletto, è stato ritirato. Perché?

LEGGI TUTTO