L’architittura ra mala crianza

di Redazione The Freak

L’architittura ra mala crianza

di Redazione The Freak

L’architittura ra mala crianza

di Redazione The Freak
2 minuti di lettura
Squarquariava la funtana
e ‘ncchiffarata donna Maria
ca matinata quartari inchia.
Ri cannola acqua frisca
niscia fridda ri surgiva
megghiu ru ghiacciu
‘nte ‘ncinocchia quannu si cariva.
Bedda era! Un monumentu!
Affacciavi la testa ru stratuni
E ‘nta acchianata ra via Miceli
sintia scaccaniari li cannola!
Nuddu ri siti mai piniava
acqua frisca ci ‘nnera pi tutta la strata!
Ci passastivu l’avutru ajeri?
U sapiti chi vitti…?
Lu saccu ri bicchieri ri prastica ‘ngrasciata
ri chiddi ca ‘nun fannu la “differenziata”.
Lu muturinu ‘ncapu ‘o murettu
pari propriu ‘narchitravi pirfettu!
È l’architittura ra mala crianza
chidda ca ‘nni fa veniri lu mali ra panza!
Beddu lampu è troppu luntanu
allura la munnizza ri prima manu
la iccamu ‘ncapu ‘o monumentu ri nobili signori
ca chianciunu ‘nto tabbutu
lacrimi amari ri duluri.
Iu ci facissi ‘na fotografia
pi purtalla ‘o cinima ri fantascienza
unni l’omu oramai ‘nun sapi ‘cchiù ‘nzocchu penza.
Si lu ciriveddu ri l’omu mudernu
si servi di lu monumentu pa munnizza…allura
‘o ritrè è capaci ri farici ‘na carizza!

 

L’architettura della Mal creanza

Gloglottava la fontana
e indaffarata donna Maria
col sorgere del sole brocche riempiva.
Dalla fontana acqua fresca
usciva fredda come sorgente
come ghiaccio
usato sulle ginocchia dopo le cadute.
Bella era! Un monumento!
Sporgevi la testa dallo stradone
e nella salita di via Miceli
sentivi gorgogliare l’acqua dalle bocche.
Nessuno di sete mai pensava
acqua fresca per tutta la strada.
Ci siete passati l’altro ieri?
Un sacco pieno di bicchieri di plastica spaccati
di quelli che non fanno la differenziata.
Il motociclo sopra il muretto
sembra proprio un architrave perfetto.
È l’architettura della mal creanza
che ci fa venire il dolore alla pancia.
Bello lampo è troppo lontano
allora l’immondizia di prima mano
la gettiamo sul monumento di nobili signori
che piangono nella tomba lacrime di dolore.
Io farei una fotografia
per portarla al cinema di fantascienza
perché l’uomo non sa più cosa pensa.
Se il cervello dell’uomo moderno
si serve del monumento per la monnezza
…allora al gabinetto è felice di fare una carezza.
di Maria Sapienza, all rights reserved
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati