Indipendenti dal vivo – Il TERRONISTA: quando l’amore per la propria terra diventa musica

di Eleonora Vasques

Indipendenti dal vivo – Il TERRONISTA: quando l’amore per la propria terra diventa musica

di Eleonora Vasques

Indipendenti dal vivo – Il TERRONISTA: quando l’amore per la propria terra diventa musica

di Eleonora Vasques
2 minuti di lettura

Il Terronista è un gruppo di musica popolare lucano che vuole raccontare della propria provenienza e del proprio vissuto in queste terre dimenticate. The Freak li ha intervistati per dare voce alla loro incredibile originalità

 

Raccontatemi il vostro percorso di formazione. Cosa vi ha caratterizzato particolarmente dal punto di vista musicale ?

Il Terronista nasce dalle ceneri di Jake Moody, gruppo folk con influenze che vanno dalla musica d’autore italiana, miste a ritmi folk e mediterranei, fino ad arrivare alla musica balcanica. Il primo lavoro, un concept album dal titolo “Libertà di espressione”, ha avuto influenze di vari generi: dal pop-rock, al blues fino ad arrivare al reggae. Per l’ultimo disco, invece, abbiamo scelto una linea ben precisa che ci ha avvicinato al folk, soprattutto quello della nostra terra.

La scelta del nome è collegabile alle vostre scelte musicali?

La scelta del nome è dovuta all’omonima canzone, nata precedentemente. L’EP sarebbe dovuto uscire col vecchio nome d’arte, il sopracitato Jake Moody, ma successivamente abbiamo scelto un nome adatto per il prodotto che stavamo proponendo, un nome bucolico, un nome che rappresenta un po’ tutto il nostro bel Sud, con un pizzico di ironia.

Parliamo invece delle vostre scelte musicali e dei testi delle vostre canzoni. Cosa volete raccontare?

Vogliamo raccontare semplicemente la quotidianità delle cose, immedesimarci in fatti o persone e raccontare cosa vedono i loro occhi, ma soprattutto vogliamo parlare della nostra terra, vogliamo essere la voce di un’intera generazione e gridare il nostro dissenso verso coloro che vogliono sfruttare la nostra terra per fare i propri porci comodi.

Programmi e progetti futuri?

Il mese di maggio continueremo la tournée cominciata a fine gennaio, dopo essere stati in Campania, Puglia, Lazio e ovviamente Basilicata, “il TourRonista” sbarcherà in Emilia-Romagna e in Toscana. In occasione del primo maggio, abbiamo avuto l’onore di ricevere l’invito dal MEI di Giordano Sangiorgi. Siamo stati in piazza del popolo a Faenza per dare il nostro contributo.

Si è parlato infatti dei diritti degli artisti emergenti che è un tema che ci riguarda molto da vicino. In estate continueremo a portare in giro per l’Italia il nostro tour, cominciando dalle piazze della Basilicata. Una volta che “Il TourRonista” sarà terminato, lavoreremo a nuovi brani per finire il lavoro cominciato con questo EP.

di Eleonora Vasques

https://youtu.be/lOndAzxjISU

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Gaza

Gaza:
l’ultimo conflitto

6 minuti di letturaDopo giorni di intensi scontri e bombardamenti, sembra che il cessate il fuoco raggiunto fra Hamas, l’organizzazione terroristica palestinese, ed Israele lo

LEGGI TUTTO
Brusca

Brusca, la libertà
non diventi oblio

6 minuti di letturaGiovanni Brusca è libero. Probabilmente nessuno avrebbe mai immaginato che questo momento potesse arrivare. L’autore dell’omicidio del piccolo Di Matteo, sciolto nell’acido,

LEGGI TUTTO