Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Incarnazione

E’ pianto raggrumito
l’inchiostro della mia penna.
Non giudicarmi, amico,
non guardarmi
come si fa a chi deve crescere
o guarire.
E’ amore
la parola che si fa carne
tra le mie mani.
E’ il mio canto
quando
non ho voce per intonare.

di Giulia Covelli, all rights reserved

Incarnazione ultima modifica: 2017-12-23T11:54:06+00:00 da Giulia Covelli

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi