IL TAO TE CHING E L’ILLUMINAZIONE TERRENA

di Natalina Rossi

IL TAO TE CHING E L’ILLUMINAZIONE TERRENA

di Natalina Rossi

IL TAO TE CHING E L’ILLUMINAZIONE TERRENA

di Natalina Rossi
2 minuti di lettura

Afferriamo tutto. Capiamo poco e niente. Galleggiamo dentro un’informazione vacua senza andare dentro le cose. Che poi mica si può andare dentro le cose senza finire dentro se stessi.

Ci hanno abituati a una volgare manipolazione del consenso, a governanti che sono affaristi e giullari. E noi siamo diventati un po’ clown un po’ surfisti. Sempre sopra certe ideologie indotte con un sorriso fintamente amicale stampato sulla faccia, e un pomodoro rosso sul naso, pronto a essere scagliato addosso al più debole.

Allora io oggi volevo parlarvi di questo libro, che non è solo un libro. E’ l’essenza della filosofia orientale e l’unica strada percorribile per un’armonia interiore.

Il Tao te Ching di Lao Tzu è un contenitore dello spirito. Non accetta manipolazioni. Non si può violare l’ordine della natura, così come quella umana. “Non violentare le cose, o ne sarai violentato” scrive Lao Tzu.

E noi, piccoli esserini immondi, non facciamo altro che costruire mondi artefatti e asfittici. Senza nessuna moderazione esteriore, in preda a speranze e paure illusorie.

Afferriamo tutto senza abbracciare niente. Proiettiamo la nostra frustrazione intima nel mondo esterno con un’aggressività miserabile e media.

Il Tao te Ching è illuminante. L’illuminazione non è un’esperienza del soprannaturale, ma un riconoscimento del reale, una coscienza dentro la visione del circostante.

Viviamo morenti. In preda a un’agonia senza direzioni precise. Inseguiamo desideri blandi che ostacolano la nostra conoscenza interiore. Siamo dei criceti dentro una gabbia con la bandiera tricolore. E pure tutto ‘sto patriottismo, altro non è che l’esternazione spettacolare del predominio delle tenebre e dell’incoscienza.

Allora noi, invece di andarcene in giro a chiacchierare dello stipendio di Rocco Casalino, dovremmo chiuderci dentro una stanza a leggere Lao Tzu, e fermarci prima di strabordare dal cassonetto dei rifiuti.

di Natalina Rossi, all rights reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli Correlati

referendum

Referendum:
le ragioni del No

18 minuti di letturaDomenica siamo chiamati ad esprimerci su temi di assoluta centralità per il futuro del sistema della giustizia italiana. Eppure, i quesiti introdotti

LEGGI TUTTO

La Sicilia secondo Camilleri

5 minuti di letturaLa Sicilia secondo Camilleri. Capace di scrivere nel suo studiolo freneticamente e per molte ore di seguito, generoso come pochi altri “maestri”

LEGGI TUTTO