Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Fermentazione, lievitazione, cottura,

farina, acqua, cereali,

io amo il pane.

 

Lo prendo al forno,

casereccio,

di Minturno o Castelforte,

poco cotto,

con la crosta infarinata,

croccante e fragrante,

con la mollica morbida.

 

Amo il pane col prosciutto,

col formaggio,

col pomodoro.

 

Amo tutti i tipi di pane,

ma non grissini o cracker,

mangio il pane,

quello vero.

 

Preferisco la pagnotta,

evito la ciabatta,

saluto la rosetta,

vesto la bruschetta,

bagno la fresella.

 

Il pane alla segale,

al grano duro,

con olive,

uvetta,

frumento,

semi di cumino,

finocchio,

coriandolo e trigonella.

 

Pane, sale e olio,

pane, amore e fantasia

ignorante, digiuno, vergine,

inzuppato con l’acqua.

 

C’è chi lo mangia senza niente,

compagno dell’aria.

Così.

 

Pane col pane.

 

Mia nonna,

ciociara,

lo mangia anche con la frutta.

 

Mia nonna e il pane,

io e il pane,

io e mia nonna.

 

Daniele Urciuolo

All rights reserved

(Dedicata a mia nonna)

Il mio pane ultima modifica: 2014-02-19T09:56:10+00:00 da Daniele Urciuolo

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi