Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Eclettico quintetto che oscilla tra rock patrio ed influenze di altri continenti, un suono complesso ottenuto con la sovrapposizione di strumenti diversi e tantissima energia, per brevità la Stefano Tolli Band.
Abbiamo avuto il piacere di chiacchierare con loro di progetti, code sul raccordo e futuro, per il resto vi tocca venire a sentirli giovedì prossimo al Marmo, presso il Piazzale del Verano, quando saliranno sul palco per il Freak R&M Show.
Un appuntamento da non mancare, insomma.

Ciao ragazzi, presentatevi al nostro pubblico: come nasce l’idea della Stefano Tolli Band?

Il nostro progetto musicale nasce nel 2015, da una sintesi di esperienze musicali diverse. Inizialmente il gruppo era formato da quattro elementi, Dario Chiricozzi (voce e chitarra ritmica), Federico Forlani (batteria e percussioni), Danilo Luciani (chitarra elettrica e cori) e Stefano Tocci (basso).
L’idea era quella di fondere stili musicali diversi, dal cantautorale italiano al rock, con influenze latin bossa e reggae.
Alla fine del 2015 si unisce al gruppo il flauto di Luana Fiorini, che porta influssi folkloristici ad un genere in continua evoluzione.

tolli band

La vostra formazione è molto versatile con chitarra, basso, percussioni, batteria e flauto: come entrano queste caratteristiche nel processo compositivo?

La nascita dei pezzi originali avviene in due fasi: un prima, di composizione di musica e testi, di cui solitamente si occupa Dario, che essendo colto dall’ispirazione nei momenti meno appropriati, (mentre il capo gli urla in faccia, in fila sul raccordo, o alle poste “a pagare una multa”) è costretto a girare per Roma armato di registratore portatile. Successivamente si lavora in gruppo alla definizione degli arrangiamenti, con Stefano e Federico che curano la sezione ritmica e Danilo e Luana abbandonati a loro stessi nella composizione delle parti soliste. Tutti insieme si procede poi alla scelta dello stile e dei suoni con cui vestire ogni singolo brano.
I vostri progetti per il futuro? Dopo la vostra esibizione di giovedì, ovvio!

A luglio entreremo in sala registrazione per registrare il nostro primo demo, totalmente autoprodotto, cui seguirà un video clip della canzone “Lei non sa chi sono io”, scanzonata parodia dell’Italia dei nostri giorni, aggrappata alla sua storia e alla sua arte, ma inesorabilmente destinata a sconfinare nel mondo dell’eterno compromesso, delle raccomandazioni e delle corruzioni di Palazzo. Il tutto raccontato con una sarcastica e disincantata ironia, figlia dell’esperienza di giovani trentenni cresciuti con il sogno del Bel Paese e risvegliatisi passeggeri distratti mentre “questa nave va giù”.

Dunque, provare per credere. Giovedì alle 20:30 al Marmo (Piazzale del Verano, 71), prima ci si gode un ottimo apertivo e il reading letterario con poesie e racconti direttamente da questo web-magazine di The Freak…poi? Poi, non resta che la musica, della Stefano Tolli Band, della serata di The Freak!

Ecco la pagina facebook dell’evento The Freak al Marmo di giovedì, 23 Giugno 2016!

Qui invece la pagina di Spotlime, media partner dell’evento.

di Paolo Pugliese, all rights reserved

IL DEBUTTO FREAK DELLA STEFANO TOLLI BAND ultima modifica: 2016-06-22T09:47:58+00:00 da Paolo Pugliese
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi