I-N-T-I-M-I-S-M-I – Il mondo di Rhò

di Elisabetta Rapisarda

I-N-T-I-M-I-S-M-I – Il mondo di Rhò

di Elisabetta Rapisarda

I-N-T-I-M-I-S-M-I – Il mondo di Rhò

di Elisabetta Rapisarda
6 minuti di lettura

Per l’appuntamento I-N-T-I-M-I-S-M-I in Calzoleria, the Freak presenta Rhò, polistrumentista, che dopo aver studiato composizione e suonato in una band, decide di sperimentare e concretizzare un progetto inizialmente elettronico che col tempo prende derive folk.

Attraverso brani mai didascalici nella struttura, crea delle vere e proprie atmosfere, rendendo possibile una lettura trasversale sia dei testi che delle sonorità. Il concetto di esperimento è richiamato nel titolo stesso dell’album, Kyrie Eleison (Signore pietà) “sorta di ammissione di colpa di chi non ha creduto di potercela fare da solo”.

La solitudine e il richiamo all’io astratto, nel quale ognuno di noi può ritrovarsi nelle più variegate sfaccettature, sono presenti infatti in molti brani. Immagini astratte e non codificabili che descrivono sensazioni che colpiscono l’ascoltatore fino quasi a diventare suggestioni. Come in Pillow, il cui leitmotiv è la solitudine di chi si sveglia in un letto che è o sente vuoto o in Lost che cela dietro un’aria struggente la critica al gioco malato dell’ipersocialità.

Le affinità con Bon Iver, l’influenza dei Sigur Ròs e tutto il richiamo alla scena nord europea non esauriscono però le fonti d’spirazione dell’artista che ci confida che nei pezzi “deve venire fuori un po’ di melodramma italiano”. E proprio la voce e la melodia costituiscono infatti il filo conduttore della trama di sonorità in cui il mondo folk e quello dell’elettronica indissolubilmente si uniscono, fino a spingersi a creare armoniosi filamenti di realtà immaginarie.

A cura di Elisabetta Rapisarda

Scheda tecnica a cura di Enzo Bello

Reason è un’applicazione musicale creata dalla software house svedese Propellerhead Software in grado di simulare, grazie ad un’interfaccia grafica molto realistica, i principali componenti hardware presenti in uno studio di registrazione audio.

 

 

Ultima versione – REASON 7

prezzo – 369 euro

EDIROL  PCR_M1 (ROLAND)

La PCR-M1 è una tastiera di controllo USB MIDI molto compatta e versatile.

Questa periferica incredibilmente sottile si basa sulla popolarissima PCR-1, priva della sezione I/O audio, ma dotata di caratteristiche MIDI aggiuntive che la rendono più simile agli altri controller MIDI della serie PCR.

Come PCR-30, 50 e 80, la PCR-M1 integra un’interfaccia MIDI 1×1, connessione per pedali sustain e expression. A differenza degli altri controller PCR, la PCR-M1 mette a disposizione un encoder rotativo che può essere assegnato a svariati controlli, come selezione delle control map, regolazione velocity, cambio del canale MIDI e molto altro. La PCR-M1, inoltre, può essere alimentata in tre differenti modalità: 1) tramite bus USB, 2) con alimentatore di corrente (opzionale), 3) con 4 batterie AAA.
Come le altre PCR, la PCR-M1 è dotata del supporto V-Link per il controllo di strumentazione video. La PCR-M1 mette a disposizione 27 differenti controlli di parametri gestibili tramite 16 controlli fisici e tramite il PCR-Editor per PC e Mac.
La PCR-M1 sfrutta la tecnologia S.L.I.M. di Edirol per garantire un’ottima suonabilità su tasti di dimensione standard, ma dalla corsa ridotta.
La PCR-M1 è alta soltanto 28 mm e pesa 1,5 kg ed è dotata di custodia in neoprene.
25 Tasti di larghezza Standard, sensibili alla dinamica La PCR-M1 è equipaggiata con tasti di larghezza standard per garantire la piena suonabilità con velocity a 128-step.

Caratteristiche

  25 Tasti di Larghezza Standard sensibili alla dinamica S.L.I.M. Keyboard

  Sottile (28 mm) e Leggera (1.5 kg)

  27 Controlli Completamente Assegnabili: 8 Potenziometri, 6 Pulsanti e 2 Porte Pedale

  Controlli di Pitch e Modulation separati

  16 Locazioni di Memoria per Control Map

  Porte MIDI In/Out

  Porte Pedale Expression e Sustain – (adattatori da 6.5mm inclusi)

  3 Modalità di Alimentazione: USB/Batterie/Alimentatore di Corrente

  Set di Memoria Scaricabili

  Software PCR Editor

  Custodia

  V-LINK 

Ultima versione

Prezzo – da 119 a 190 euro

KORG – MICROKORG

Il Microkorg è uno strumento digitale di dimensioni ridotte, concepita per essere trasportata facilmente e quindi utilizzabile anche a batterie, con un look retrò, sfrutta lo stesso motore sonoro di sintesi dell’MS2000. Ha 37 tasti (3 ottave) che sono di dimensioni ridotte rispetto ai classici tasti di una tastiera normale, ma nonostante ciò hanno una buona risposta e sensibilità al tocco. Nella parte alta dispone di 5 manopole: filtro, resonance, attack, release e tempo, su cui si può intervenire modellando il suono, ma possono inoltre essere assegnate ad altre funzionalità di editing in tempo reale del sintetizzatore; inoltre, nella parte alta, dispone di un microfono utilizzabile come vocoder.

Ia Microkorg comprende 128 programmi organizzati in 8 categorie tra cui: Trance, Techno/House, Electronica, DnB Breaks, HipHop/Vintage, Retro, SndFX/Hits e Vocoder. I suoni sono qualitativamente buoni e ha una polifonia limitata a 4 voci. Il motore sonoro è composto da due oscillatori con 7 forme d’onda editabili per ognuno e da 2 LFO. Nel menù dello stesso è possibile editare i parametri tra cui i filtri, la risonanza ed altri, tra cui gli effetti chorus/flanger, phaser ed esemble. Comprende anche un arpeggiatore editabile su 8 steps e due tasti che permettono di selezionare le ottave lungo la tastiera (-3 oct/+3 oct).

Sul retro ha 3 entrate MIDI (in/out/thru), 2 entrate audio regolabili con volume, e 3 uscite audio (L/R e phones); funziona con un trasformatore 9V o con 6 pile tipo AA. I suoni sono anche editabili via midi tramite pc o mac, utilizzando un software Korg distribuito gratuitamente sul proprio sito. L’attuale valore di mercato è tra i 350 e i 450 Euro. Tra gli artisti che utilizzano ed hanno utilizzato questa tastiera troviamo Air, Atomizer, Bare Naked Ladies, Beck, Prodigy, Radiohead, Yesterdays, The Killers, Matthew Murphy (The Wombats), KMFDM, Röyksopp, LCD Soundsystem, Jean-Michel Jarre, Nick Rhodes (dei Duran Duran), Sean McGhee (tastierista dal vivo di Alison Moyet), Pet Shop Boys e gli italiani Max Gazzè, Maurizio Guarini (dei Goblin) e McNamara Playground Heroes.

Ultima versione

prezzo 430 euro

 

Esempio di Loop Station.

LOOP STATION

Loop Station o più propriamente Looper è il nome che genericamente viene dato a dei sistemi di effetti per strumenti musicali, solitamente in forma di pedaliera, il cui scopo principale è dapprima la registrazione e poi la riproduzione continua di brevi frasi musicali. Dopo aver registrato una frase, alla pressione di un pulsante essa viene ripetuta continuamente fin quando il musicista preme il pulsante di stop. È molto utilizzato negli spettacoli di musicisti singoli o piccoli ensemble per registrare basi ritmiche sulle quali suonare assoli con lo stesso strumento.

La Calzoleria

La Calzoleria apre il portoncino di via Prenestina 28 a The Freak. Il luogo dove per anni ha vissuto e lavorato uno dei migliori calzolai di Roma, da Aprile 2012 si è trasformato in un Circolo di promozione sociale. Un ambiente dal gusto retrò ma che ospita l’arte in tutte le sue forme, un luogo in cui assistere a rassegne di musica accompagnate da esposizioni di artisti emergenti, assaggiando birra o degustando del buon vino. Ma soprattutto, una volta aperto il portoncino, La Calzoleria si presenta da sola perché “ogni scarpa è una camminata, ogni camminata una diversa concezione del mondo”.

 Pagina facebook

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati