Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Gòlgota
Quante volte,
Morte,
mi hai chiesto la vita
da quando ho scelto di guardarti?
Quante volte,
mi hai spezzato
il fiato e le ginocchia,
lasciato
nel dolore muto.
Hai ferito
la verginità della mia mente,
la purezza della mia carne.
Ti ho accolta
nel mio corpo
fino a lasciarmi ingravidare.
Ho partorito
Luce.

di Giulia Covelli, all rights reserved
Gòlgota ultima modifica: 2018-01-23T17:01:21+00:00 da Giulia Covelli

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi