Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Riceviamo e pubblichiamo la recensione di “Freaks” a cura di Lorenzo Vincifori Capita spesso, soprattutto nel 2012, di imbattersi in realtà digitali sconosciute. A meno che non abbiate dedicato gli ultimi dieci anni della vostra vita a un duro eremitaggio lontani dalla società moderna, dovreste sapere che il mare di internet è burrascoso e contiene molti piccoli territori emersi. Di recente ho fatto approdo su Ctrl Alt Write, uno strano laboratorio editoriale e virtuale che come prima uscita pubblica un’antologia inedita di racconti molto particolare. Si tratta delle storie di Clarence Aaron Robbins (1888–1949), in arte Tod Robbins. Uno scrittore americano rimasto praticamente muto nel campo editoriale italiano per diversi anni, a parte rare eccezioni (un’antologia Mondadori sulla figura del mostro nel cinema e di recente Millennium Thriller, di NewtonCompton) Ma in entrambi i casi si trattava della pubblicazione dello stesso racconto: Spurs. Mai sentito? Da questa storia fu tratto uno dei film cult più interessanti del 900, Freaks, una pellicola maledetta e vietata per anni nei cinema di tutto il mondo. Ctrl Alt Write ha fatto uscire, proprio in questi giorni, un’antologia di 8 racconti (più una traccia fantasma) dello scrittore che ha ispirato la sceneggiatura del film Freaks. Il libro viene distribuito solo in formato ebook. Prima di tutto si nota una cosa: che il formato digitale non è semplicemente un modo per risparmiare sulla carta. Ci sono diversi link ipertestuali e un indice interattivo che risulta davvero utile visto che il libro è da leggere su un supporto elettronico portatile. I racconti, anticipati da uno studio critico e biografico pertinente e piuttosto originale, rappresentano la parte più bizzarra. Tod Robbins, che conoscevo solo, appunto, per il racconto Spurs, ha uno stile incredibilmente poetico eppure con delle tendenze pulp e ironiche che rendono l’atmosfera del narrato rarefatta e un po’ burlesca. Le trame sono sviluppate in modo semplice. L’argomento è sempre il mostro, che sia un essere umano o un esemplare criptozoologico (una sirena, ad esempio) non ha limiti; spesso i ruoli dei personaggi si ribaltano quando siamo costretti ad accettare che i propositi più malvagi sono spesso portati avanti e perpetrati da coloro che dettano le regole, piuttosto che dai ribelli, come ci hanno insegnato a credere. Perché Tod Robbins vuole dirci proprio questo: che la parte del corpo più mostruosa è proprio la testa, quella che comanda. Chi si interessa di cinema e conosce il film Freaks sentiva un po’ la mancanza di un lavoro del genere a rappresentare in Italia uno scrittore assolutamente originale. E c’è da essere sollevati che una piccola e misteriosa casa editrice come Ctrl Alt Write abbia saputo farlo, pure in modo discreto.   Titolo: FREAKS, 8 RACCONTI Autore: Tod Robbins Casa editrice: Ctrl Alt Write Isbn: 978-88-907168-0-5 Anno di pubblicazione: 2012 Pagine: 153 Prezzo: 3,99

Freaks, la raccolta di Tod Robbins ultima modifica: 2012-05-03T10:26:23+00:00 da Redazione
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi