Disney, ecco 4 luoghi
realmente esistenti

Disney, ecco 4 luoghi
realmente esistenti

Siete affascinati dalla magia e dalle piacevoli sorprese?
Vi consigliamo 4 posti da visitare per l'estate, che hanno ispirato i cartoni della Disney

di Martina Favuzzi
di Redazione The Freak

Disney, ecco 4 luoghi
realmente esistenti

Disney, ecco 4 luoghi
realmente esistenti

Disney, ecco 4 luoghi
realmente esistenti

di Martina Favuzzi
di Redazione The Freak
Disney

Disney, ecco 4 luoghi
realmente esistenti

Disney, ecco 4 luoghi
realmente esistenti

Siete affascinati dalla magia e dalle piacevoli sorprese?
Vi consigliamo 4 posti da visitare per l'estate, che hanno ispirato i cartoni della Disney

di Redazione The Freak
di Martina Favuzzi
7 minuti di lettura

Se siete sempre stati affascinati dalla magia, dal lieto fine e dalle piacevoli sorprese che solo i cartoni della Disney sono in grado di offrire, questo è l’articolo che fa per voi. Ecco infatti 4 posti realmente esistenti e visitabili, teatro di alcune pellicole della Disney. I cartoni di cui parliamo – lo chiariamo subito – ci hanno incollati allo schermo sognanti con le loro ambientazioni magiche e dettagliate.

E dunque se avete voglia per un attimo di ricordarvi cosa significhi sentirsi catturati da quella magia, da quei colori, dalla natura amica – amica sì, nonostante le teorie di Leopardi -, il consiglio è di prenotare subito un biglietto per visitare almeno uno di questi 4 luoghi meravigliosi.

Anche perché, diciamo la verità, tutti noi affrontando un viaggio in macchina da piccoli, abbiamo guardato guardato fuori dal finestrino, desideroso di vedere nella natura incontrastata qualcosa di quel mondo che sempre ci è sembrato la chiave per la libertà. Seguite il consiglio e, per l’estate, avete l’imbarazzo per la scelta.

1. Hallstatt, ispirazione per il castello di Frozen 

Tra i film d’animazione più recenti che ci hanno catturato il cuore, c’è senza dubbio Frozen. A suon di canzoni, quella storia di amore ed amicizia, e di paesaggi mozzafiato ci ha fatto sognare. E forse non ci crederete, ma il castello di Arendelle esiste davvero e si trova in Austria, precisamente nel distretto di Gmunden.

Si tratta di un borgo alpino che cattura la nostra attenzione per i monti che sembrano toccare il cielo, per le case colorate e abbellite con cura da fiori e piante di ogni tipo, al punto di ricordare un paesaggio dei fiordi norvegesi. Conta meno di 800 abitanti, eppure risulta uno dei posti più privilegiati dai turisti, anche giustamente diremo noi. È un ambiente rimasto incontaminato, soprattutto in virtù della impossibilità di girare nel centro abitato con le auto.

Tra i motivi che hanno reso questo posto così conosciuto ed apprezzato, vi è la miniera più antica al mondo (7.000 anni) e grazie alla quale Hallstatt è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1997. Al posto del castello della regina Elsa di Frozen tuttavia c’è una chiesa luterana: posto ideale per gli amanti del macabro, perché contiene l’ossario del paese, che altro non è se non la collezione di teschi più grande al mondo.

La magia è legata poi sicuramente alle sue vette che si riflettono nel bellissimo lago omonimo posto ai piedi dei monti del Dachstein. Se amate perdervi nella magia di un borgo curato al dettaglio e avvolto nel verde, non potete non passare da qui.

2. Castello di Neuschwanstein (Bella addormentata nel bosco)

Se desiderate invece anche solo per un giorno sentirvi un membro della stirpe reale e avere la sensazione di ballare leggiadro in compagnia della bella principessa Aurora e il suo principe, non potete non visitare lo sfarzoso Castello di Neuschwanstein.

“Gli Dei dissacrati si vendicheranno e si tratterranno con Noi, lassù sulle ripide cime, allietati dall’aura del Paradiso”. Questa è la descrizione che fa Re Ludovico II del suo meraviglioso castello rivolgendosi a Richard Wagner. Possiamo affermare che il sovrano possedeva una sorta di divina ammirazione per il compositore, facendoci considerare tale meraviglioso monumento dedicato a Wagner stesso. Il nome del castello non a caso è tratto dall’opera Lohengrin (inizialmente Loherangrin), il Cavaliere del Cigno (Schwanritter).
Il castello è stato costruito alla fine del XIX secolo e fa tutti innamorare con la sua posizione scenografica.

È situato nel sud-ovest della Baviera nei pressi di Füssen, nella località di Schwangau, ai piedi di una montagna, nelle vicinanze di un lago, sul ciglio di una gola vertiginosa immerso nella natura e di fronte al castello di Hohenschwangau.

La struttura della costruzione, connotata da molteplici balconate, sculture e torri suscita l’impressione visiva che si sia un tutt’uno con le montagne circostanti. A lasciare a bocca aperta il visitatore, oltre all’imponente e curata struttura esterna, è l’attenzione al dettaglio che si può cogliere nelle stanze, cui tratto comune è rappresentato dalle decorazioni con motivi wagneriani.

Il castello presenta 200 stanze, parliamo complessivamente di 6000 metri quadrati sviluppati su 4 piani. Le più appariscenti e assolutamente da non perdere sono la Sala del Trono, la Sala dei Cantori e la cappella, il tutto realizzato in stile neogotico.
Interessante curiosità concerne il fatto che una stanza del castello riproduce, in maniera molto realistica, una grotta con tanto di stalattiti e stalagmiti e, durante il regno di Ludovico II di Baviera, una cascata. Insomma un posto per voi che avete voglia di fare un viaggio nel tempo e rimanerne estasiati.

3. Mont-Saint-Michel (Rapunzel)

Altro grande classico che ha fatto innamorare gli amanti della Disney è il cartone animato che ha come protagonista la principessa Rapunzel.
Rapunzel ci è stata dipinta come una principessa determinata a ritrovare il proprio posto nel mondo e soprattutto è stata in grado di meravigliarsi insieme a noi nello scoprire le sue origini e il meraviglioso Castello appartenente ai suoi avi. Questo capolavoro prende ispirazione per l’ambientazione a Mont-Saint-Michel. Il Mont e la sua baia sono classificati nel patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1979.

È un posto che sa ammaliare chiunque grazie alla sua magnifica baia, al fascino del borgo medievale, alla maestosità dell’Abbazia e allo spettacolo delle maree sigiziali. La sua Abbazia è caratterizzata da un mix di stili che vanno dal carolingio al romanico al gotico flamboyant. Meta prediletta dai pellegrini cristiani, in virtù del diffuso culto di San Michele Arcangelo.
Oltre all’Abbazia vi sono altri edifici religiosi che meritano di essere visitati quali: la piccola Chiesa di Saint-Pierre e la Cappella di Saint Aubert del XIII secolo.

Uno dei motivi per visitare questo luogo meraviglioso però è sicuramente l’ammirevole spettacolo che ci offre la natura con il fenomeno delle maree. Non appena il coefficiente di marea supera 110, il Mont ridiventa un’isola nel giro di poche ore. L’acqua ricopre il guado sommergibile e la rocca rimane senza accesso al continente. Lo spettacolo che ci offrono le maree è sicuramente paragonabile a quello della conosciutissima scena delle lanterne in Rapunzel: dove luci, ombre e l’acqua che circonda l’intera rocca sono stati sicuramente d’aiuto alla principessa per fornire l’atmosfera perfetta per il suo primo bacio con il suo amato.

4. Castello di Chillon (La Sirenetta)


Pochi sanno che anche per la Sirenetta Ariel la Disney si è ispirata a un luogo realmente esistente: stiamo parlando del Castello di Chillon. Nel cartone si trattava del Castello dell’amato principe Eric, che la principessina desiderava intensamente vedere con la sua forma umana. Il Castello di Chillon sorge a Veytaux, sulla riva del lago di Ginevra.

È edificato sopra un isolotto roccioso che aveva la funzione di difesa naturale. Questo castello è articolato in 100 costruzioni indipendenti che gradualmente furono unite e ora formano un unico edificio. Vi sono 3 corti che si succedono dall’entrata: la bassa corte, la corte del castellano e la corte d’onore. Nella sua storia questa imponente struttura fu dimora dei conti di Savoia. La stanza dei conti di Savoia è abbellita da affreschi del XIV secolo con bestiame al pascolo. La cappella, altrettanto vistabile invece presenta affreschi coevi con righe ondulate e figure religiose.

Badate bene, ci sono tanti altri posti che potremmo elencarvi: da Porto Rosso in Liguria ambientazione dell’amato cartone Luca, o il Taj Mahal (Agra, India) per il cartone di Alladin, o ancora Machu Picchu (Cusco, Peru) per il divertentissimo cartone “Le follie dell’imperatore”. E oltre questi ce ne sono ancora altri, tutti in grado di ammaliarci e farci tornare un po’ bambini. La Disney ha avuto il merito indiscusso di averci dato il pretesto per dare sfogo alla nostra immaginazione e vivere in un mondo dove non importa quante sfide e delusioni possano presentarsi, la speranza, la dedizione e il buon cuore saranno sempre ripagati.

Vi consigliamo dunque di evadere dalla realtà e di visitare i luoghi citati. Vi farete inebriare dalla magia come un tempo, non ve ne pentirete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli Correlati