Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 di Vittoria Favaron e Stefy Blood

Care amici (ma anche care amiche), in periodi vacanzieri di aperitivi sulla spiaggia come in città, in cui lo spritz e la birra fredda chiamano a stuzzichini di ogni genere per completare il quadretto ludico, la classica ciotolina delle patatine in busta sembra una certezza intramontabile sulle tavole dei vari baretti e locali prescelti.

E poiché le varie ditte che producono la gustosa sfoglia, da San Carlo a Crick Crock fino a Pringles e Walkers, ci deliziano da sempre proponendo una certa varietà di forme e gusto, e poiché la patatina per antonomasia è femmina, sarebbe divertente e fuori da qualsiasi bassa malizia poter accostare le varie tipologie di patatina in busta ad altrettante tipologie femminili, al netto di gusto, consistenza, preferenze e consolidamento del palato.

Ma andiamo con ordine.

Non si può iniziare alcuna scaletta in cui si citano le più gloriose e famose patatine in busta se non si inizia con l’evergreen

PATATINA CLASSICA (in tutti i sensi): La patatina classica rientra tra le certezze gustative del panorama del farinaceo in busta poiché è una sfoglia liscia, dal gusto essenzialmente stabile, buona in ogni occasione, un po’ come quelle ragazze acqua e sapone, brave e sorridenti, con poche pretese ma dagli ampi sorrisi, con cui risulta essere indifferente portarle a cena fuori come a fare un giro in centro.

Sono solitamente le preferite delle mamme, e sono generalmente predisposte a mettere su famiglia. Evergreen, appunto.

PATATINA RUSTICA ( la RIGATA): Le patatine rustiche sono sicuramente quelle più gradite ai palati di ragazzi come di ragazze dal carattere deciso e non convenzionale. Si accostano bene se accompagnate da salsine e si sposano altrettanto bene negli aperitivi a base di buon vino. Si manifestano croccanti al primo morso, ma si lasciano apprezzare per il gusto forte e saporito.

Rappresentano una donna sicura, che sa quello che vuole, e a cui piace essere scelta e assaporata senza risparmio alcuno.

La rigidità della forma non deve essere forviante circa la pienezza del palato, ma certamente la rustica non è una patatina da mezze misure. Cari amici keep calm and crock it carefully.

PATATINA Più GUSTO (La saporita): La patatina più gusto, il cui nome è andato di pari passo con la denominazione data dall’azienda che l’ha prodotta e l’ha resa unica e cioè la San Carlo, è una patatina dal gusto speziato, con gradazioni di piccante, paprika, pepe ecc, che rende bene l’idea riguardo sia l’uomo che la prova e ne rimane piacevolmente colpito, e sia dall’ipotetica donna che questa patatina rappresenta.

Perché la più gusto rimanda a una donna forte, energica, che scompiglia le convenzioni e persiste nel ricordo come al palato. Non ha mediazioni né le ricerca, ha un piglio ammaliante e di una sconveniente sensualità, è lei che guida la coppia come si atteggia da leader quando gioca da sola.

Cari amici del sesso forte(?!), se sceglierete la più gusto, godrete di momenti magici fino a quando vi comporterete bene, perché in caso contrario potreste rimanere scottati sotto la lingua da un assaggio troppo carico. Warning chip!

PATATINA STICK (La esile): la patatina stick è per antonomasia la patatina dell’ultima ora. Avete presente la scena al supermercato quando il banco delle patatine è svuotato di tutte le varie tipologie di cui sopra? Bene, in un angolo semi buio dello scaffale troverete, sola e in cerca di identità, la stick! Perché la stick è una patatina sottile e dal gusto dubbio, che piace ai bambini ma meno ai grandi, poiché di difficile presa e poiché non soddisfa in modo risoluto l’assaggiatore se non dopo aver esaurito l’intera busta o ciotola che sia.

La donna stick è una donna timida, diversamente appariscente, dalla figura affusolata, che si muove incerta tra le sue colleghe più spavalde e sicure, ma è anche una donna sensibile anche se apparentemente schiva e che si deve lasciar conquistare prima di mostrare il suo vero “gusto”.

PATATINA PUFF (la vuota): La patatina Puff, rinomata per la sua forma concentrica e il suo volume a pallina, è una patatina forviante, che colpisce per le aspettative che promette, gusto al formaggio e consistenza spumosa, ma spesso e volentieri delude i suoi assaggiatori.

Così come si sa distinguere per il bell’aspetto, e può sparigliare le sue colleghe perché prescelta su di loro con una certa celerità ma altrettanto celermente scartata una volta provato il suo gusto, così accade per quelle donne affascinanti e vincenti ma solo apparentemente, perché una volta provate lasciano un sapore pastoso e un po’ nauseante, e deludono ogni attesa e orizzonte di gloria.

Ergo, cari ometti, consapevoli di quante puff voi abbiate collezionato nell’alveo delle vostre conquiste, vi porgiamo le nostre più sentite

condoglianze riguardo le conseguenze che questa scelta ha comportato.

Consiglio: girare sempre con occhi aperti e spazzolino da denti.

E infine:

LA FONZIE’S (La patatina che non deve chiedere mai): Memori del celebre spot che ha consolidato la sua fama e il suo ricordo in tutti noi, “Se non ti lecchi le dita, godi solo a metà”, la Fonzie’s è una patatina anomala, sia nella forma che nel gusto, che ricorre quando meno te lo aspetti, che va a soddisfare voglie di sapori molto decisi come di esigenze distratte di qualcosa che si avvicini a un’essenza di formaggio.

Ma la fonzie’s ha il pregio di non essere permalosa e di non soffrire di rivalità rispetto alle sue colleghe blasonate e fini, consapevole di essere rustica al punto giusto, classico intramontabile di una certa generazione, con un gusto altrettanto deciso come la sua rivale made in San Carlo, e lontana dalle “amarezze” gustative che regalano stick e puff!

La fonzie’s rappresenta una donna tranquilla, verace, con un ottimo senso dell’umorismo, ma anche una femmina decisa e che si trova sempre nel posto giusto al momento giusto. In grado di regalare alto godimento al netto di qualsiasi tipo di aspettativa.

Se Rocco Siffredi non fosse stato strapagato da Amica Chips, penso che la sua patatina preferita sarebbe stata la Fonzie’s.

P.S.

Un minuto di silenzio e una breve citazione merita LA PATATINA LIGHT…stop.

 

Dimmi che Patatina mangi e ti dirò che donna ti piace. ultima modifica: 2012-08-06T09:07:31+00:00 da Redazione

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi