Comparativa

di Chiara Trombetta

Comparativa

di Chiara Trombetta

Comparativa

di Chiara Trombetta
1 minuti di lettura

Comparativa

Credi al sole di marzo
e resti di sasso
sulla buca di un muro
o uno starnuto dabbasso.
Ora carne bianca
da appartamento
grida ai vermi
i suoi stornelli
(luridi, comici)
e una mezza stagione.
Davvero non sa
quanto temo
mentre dico al bicchiere
di non temerti affatto,
tu che morirai presto
prima d’ogni altro accento,
quando ti avrò avuta
alle fecce,
alle porte di un intimo gelo
e avrò spiegato
vele di ciglia asfaltate
quasi confuse
contro lo specchio.
Sarà rovina assordante
di quel che eri
prima di essere forma
o qualsiasi altro docile intento.

di Chiara Trombetta, all rights reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli Correlati

referendum

Referendum:
le ragioni del No

18 minuti di letturaDomenica siamo chiamati ad esprimerci su temi di assoluta centralità per il futuro del sistema della giustizia italiana. Eppure, i quesiti introdotti

LEGGI TUTTO

La Sicilia secondo Camilleri

5 minuti di letturaLa Sicilia secondo Camilleri. Capace di scrivere nel suo studiolo freneticamente e per molte ore di seguito, generoso come pochi altri “maestri”

LEGGI TUTTO