giovedì, Febbraio 21, 2019
Cart / 0,00

Nessun prodotto nel carrello.

Oltre

Mi chiedo se vedrai mai il silenzio plumbeo oltre mio rosso sorriso, il filo di ferro che cuce pezzi di carne che la vita mi ha sgualcito. Se mi chiederai mai di dare suono al sospiro muto che lascio cadere sul marciapiede mentre ancora guardo la Luna. Ho imparato a lasciare il silenzio al silenzio, il sorriso all’indifferenza...

Read more

Chissà se servi a qualcosa.

Avanzi di aspri limoni d'inverno mi nausei, mi nausei allo stremo, perchè è vano ogni tentativo di scuotermi a terra, di dirmi "sveglia!" E' piuma scagliata sul vetro. Potresti afferrarmi le dita catartica, sul ciglio dell'inferno, per ogni pensiero mortifero di resa assopita di voce strozzata, e pianti di satira pagliaccia ironia di uno specchio troppo vicino ai...

Read more

In brandelli

Ho la testa fra le mani e un grillo nella nuca, con le ali da falena e la bocca dentata. Mi tesse la sua rete unta coperta, sul capo impazzito strilla! sibila e strilla! è il filo su cui cammini: in brandelli. Cocci di mille presenti, attimi fugaci, per dove? Te lo chiedi e il nastro riavvolge, da...

Read more

Quella gente ci faceva paura

Quella gente ci faceva paura, quella gente nuda, coperta di strada, quella gente senza pudore rideva di noi. Rideva con risate dissacranti che raschiavano l'anima. Quella gente ammassata. I corpi come coppe a contenerne un altro e un altro ancora. E cento unghie stridevano da un polso solo. Né donne né uomini, solo contorni indefiniti di finite speranze....

Read more

Natività

Sempre starete tra menti e ricordi luoghi lontani e scelte incuranti piccoli amori di fiamma soffusa eterni a bussare di cuore e di gola, distesi e supremi sopra orizzonti e dentro una bolla finiti allo schiocco: è bastato un ultimo, vivido tocco. Mai e per sempre vi chiudo in soffitta, umide e fredde, bagnate di chiuso ma vividi...

Read more

Mi sono sopita

Mi sono sopita dopo un lungo pianto in un broncio disossato ch'era stato un tempo un groviglio di rovi e more selvatiche dove eri solito graffiarti il cuore e le dita ed io dipingermi le labbra, nude, con il tuo sangue fedele e giocare a fare la donna cullandomi nel grembo le ordite speranze del mattino. di Lucrezia...

Read more

Briciole

Briciole In fondo ai vortici di ritorno al calare di sere e avvoltoi sulla pelle ammalata, esplosa, che scotta il passato, speranze su braci, in polvere le logiche le dolci certezze le tenere case, e chiavi in segreto, sto per morirci dentro, la tana è una fossa che inganna... ...ma ho una voce fra i capelli carezze sul...

Read more

Portami la notte

Portami la notte Portami la notte e intreccerò i tuoi dubbi alle lunghezze dei miei capelli colore dell'ebano. Portami la notte che sorveglia le maree e le ammansisce all'alba di un giorno nuovo. Proprio come tu hai fatto con le nostre parole, quando hai deciso che forse era meglio tacere. Portami la notte e sconfiggerò l'ottenebrante persistente timore...

Read more

Kruppa

Kruppa Ho visto cerchi di foto e bambini, dentro ad posto muto e lontano cresciuto in penombra di stracci e giardini dipinti su tela dalla Sua mano, che vivida e svelta scattava il colore di quel nodo in corda riunito li al centro con sguardi di intesa creati li dentro un po’ per lavoro, un po’ per amore....

Read more
Page 1 of 20 1 2 20

Carrello

Facebook

Top five on the freak

In Libreria

Freaks Letter

Iscriviti alla FreaksLetter!

* indicates required
Trattamento Dati *

Login to your account below

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.