lunedì, Settembre 23, 2019
Cart / 0,00

Nessun prodotto nel carrello.

Morte

Morte morte morte, mi chiama morte. La mia memoria è vita di salice piangente su sponde spoglie, di corvo alla deriva su carcasse ardenti marcite al sole, e sola, solo riflesso in una crepa. di Lucrezia Lenzi, all rights reserved

Read more

Se il tuo corpo

Se il tuo corpo fosse solo l'ombra che fanno i pensieri sarebbe per me una interminabile, profondissima notte, sarebbe il buio di viscere depresse, diverse sul terreno, sarebbe la sacca di iuta del pellegrino migratore e sarebbe il giorno più lieto dell'avvenire. di Lucrezia Lenzi, all rights reserved

Read more

Nulla è più

Ridere del tempo della pioggia che diventa sabbia e ritorna nelle foglie d'autunno a ricordare che nulla è più,  che tutto è luce sospesa in ombra una candela nel vuoto nell'infinita solitudine dell'universo. Ridere del tempo della sua falsità della crudeltà  della felicità svanita  nelle ossa rotte negli occhi pieni del bambino e svuotati dell'adulto. Ridere del tempo...

Read more

Poesia dell’ultimo inverno

Lascia le tue parole  dentro le mie mani  insieme agli orecchini quelli che ti cadono sempre. Chiudi l'inverno a chiave mettilo in cornice per guardarlo quando sarai troppo felice  e non vorrai sentire che andare avanti fa male che correre è un dovere e amarsi una necessità. Lascia tutto qui,  e non alzarti ancora per un po' l'inverno non è ancora...

Read more

Riconciliazione

Sogno pupi siciliani, dai colori accesi e confusi, rive incostanti e senza tempo che fluttuano immobili sul margine del tempo. Sogno questa terra, non migliore non peggiore ma ferma lì ad aspettare la fine di un esodo generazionale che sanguina ogni giorno nonostante i Santi in processione per i santini in cambio di voti o le frotte estive...

Read more

Come l’acqua nel vetro

Adesso  arriva la parte più difficile: abbracciare in ginocchio le mani congiunte di tagli e di spine, frenetiche macchine, erranti di droga e volgerle in alto, stordite di pianto rotte di perdita e nuovi abbandoni.  Nella saggezza che avvolge il mio tempo arriva il momento, placido e lento dove mi sveglio, e lenta convengo che eterno rimani a darmi...

Read more
Page 1 of 21 1 2 21

Carrello

Facebook

Random Choice

In Libreria

Freaks Letter

Iscriviti alla FreaksLetter!

* indicates required
Trattamento Dati *

Login to your account below

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.