sabato, 28 Marzo, 2020
Cart / 0,00

Nessun prodotto nel carrello.

Old But Gold

Old but Gold tratta di Arte&Cultura, con l’ambizioso fine di far tornare di moda ciò che adesso è considerato démodé.

Pullula il cielo

Pullula il cielo delle prime stelle inorridite,circondano i flashmob intrisi di paurae la solitudine giace nei cuorialla fine dell'allegria amarasi ritorna in silenzio,nel vuoto delle giornatee la musica stona sempre sugli alberi si appendein un gioco lentoche però fa luce. di Pietro Maria Sabella, all rights reserved

Read more

Io che il coraggio non ce l’ho e vado comprarlo da Danilo

Alle elementari, un giorno, Danilo mi chiamó a casa. “Pronto?” risposi io. “Ti voglio bene”, disse lui dall’ altro capo del telefono.Avevamo 8 anni.Dissi: “Grazie”. E riattaccai.Mia madre era davanti a me: “Chi era?” chiese.“Danilo” dissi, mentre fissavo il muro dietro di lei.“E che voleva?” chiese mamma.“Niente”, feci una pausa. “Voleva chiedermi solo i compiti per domani.”L’indomani poi,...

Read more

A passi lenti

Cadeva una pioggia acida, il fumo della vecchia acciaieria copriva ogni angolo di strada e si respirava un’aria ferrosa. Non tutti sono tanto fortunati da poter scegliere dove vivere. Ed io ero uno di questi. A pochi spiccioli l’unica topaia, che ospitasse un diseredato come me, era proprio accanto a quella grande macchina di veleno autorizzata. Vivevo di...

Read more

Bagliore

Dirigermi nel più angusto dei tuoi spigoli e riempirmi di intramontabile ignoto, tempio votivo della mia lealtà cieca. Averti per un lampo di luce improvvisa, per quell'alito di eternità svanito in un fremito. Quel bagliore io rifuggo con assuefatta dipendenza, desiderio fallace di catarsi in un'anima che mi parve duplicata alla mia. Ricorderò che sei stato fluido di...

Read more

La ragazza di Manchester

Era l’estate del 1983 ed io avevo appena compiuto ventitré anni. Lavoravo per la seconda volta consecutiva in un hotel della riviera romagnola facendo ogni sera pianobar. Finito di cenare i clienti e gli abitanti del paesino si venivano a sedere al bar ed ascoltavano le canzoni che avevo in scaletta. Carola era una mia coetanea che veniva...

Read more

Tra poco verrà l’alba

Tra poco verrà l’alba, l’alba chiara e cristallina Le campagne  assonnate, ancora abbottonate nel torpore, si ridesteranno . Uomini e donne correranno in ordine sparso galleggiando sull’asfalto. Ed io questo brulicare mi fermerò ad osservare da dietro un vetro appannato chiuso tra queste quattro mura, dalla mia stessa vita obliato. di Simone Bonfiglio, all rights reserved

Read more

Notturno d’ estate

Sulla vecchia mulattiera, sotto le stelle della sera odo, tra gli steli e tra i pietrosi muri secchi frinire di minuti insetti. L' aria rovente stagna sulla raggrinzita, gialla campagna. Dal buio della cresta un rosso fiammeggiare. E' lo scoppiettante bruciare della selvaggia macchia crespa. Solca il cielo, chiaro, un fiotto. E' un desiderio espresso solingo, dimesso nell'avvampare...

Read more
Page 1 of 103 1 2 103

Carrello

Facebook

Random Choice

In Libreria

Freaks Letter

Iscriviti alla FreaksLetter!

* indicates required
Trattamento Dati *

Login to your account below

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.