Comparativa

Comparativa Credi al sole di marzo e resti di sasso sulla buca di un muro o uno starnuto dabbasso. Ora carne bianca da appartamento grida ai vermi i suoi stornelli (luridi, comici) e una mezza sta... Leggi tutto...

Neologismi

Finestra, specchio, comò, lenzuola, letto. Libro, occhiali, lenti. Attraverso. Due che s’amano fanno una lingua nuova che per poco non assomiglia a quella comune. Miele audace di una menzogna. Quattro metr... Leggi tutto...

Sul passato

Sul passato A chiunque sarebbe bastato un uomo giovane, capelli lucidi e scuri, cappotto di lana, sigaretta sempre accesa tra i nodi lisci delle dita. A far da sfondo buttata là dietro, la Notte ver... Leggi tutto...

Interruzione

Interruzione Cavatemi gli occhi, perché non ero indifferente al tintinnio della Bellezza. Ho imbrattato io interi corridoi di carta moschicida per succhiarne un pezzettino che desse scacco all’inson... Leggi tutto...
mercato

Al mercato

Al mercato Cancelli occhiate torve serate sgombre palazzine rosse. Metà ottobre ha morso maggio sul collo del brusio, e arriva storta l’oggettività della sera. L’occhio sfatto alle dieci di matti... Leggi tutto...
evoluzioni a perdere

Evoluzioni a perdere

Evoluzioni a perdere Blu pseudo-cinese squarcia ricordi consunti e stropicciati dalle mani. Porcellana. Invece venuzze sottili, cornici lunari, zigomi lisci scavati all’osso parlano oggi del vago sen... Leggi tutto...
analogie

ANALOGIE

Analogie   Quelle occhiaie, dicono, le hai prese dal cassetto di tuo padre o da una vecchia congettura.   Meglio di me, comunque. Che un'estate le ho rubate in coda sull... Leggi tutto...