Conosciamo Antonio Aiello da anni e siamo felici di presentare il nuovo progetto dal titolo Hi-hello.
Il suo EP è uscito il 26 maggio in tutti i digital store, anticipato dal brano “Come stai” e da un video molto interessante.

Hi-hello è il nome dell’EP, te lo avranno chiesto in molti, come mai questo nome?

Mi piaceva l’idea di presentarmi con un saluto al quadrato e il mio nome si prestava al gioco fonetico con il doppio saluto inglese. Ecco il perché della scelta. Sono contento stia stappando un sorriso a tutti.

L’EP è pubblicato da Irma Records, etichetta notoriamente sensibile alla scena indie e underground italiana e non solo. Se soddisfatto di questa scelta?

Sono molto felice. La Irma Records è un’etichetta storica italiana, seria, attenta.
“Irma” come mia nonna e poi Bologna (la città dove ha sede l’etichetta) è una città alla quale sono legato, profondamente, per diverse ragioni.
Sin dal primo incontro, nei loro uffici, ho avvertito vibrazioni particolarmente positive.

Come è nata la collaborazione con Daniele Sinigallia?

Quattro anni fa circa ci fecero incontrare qui a Roma. Collaborammo su due pezzi, con i quali anni fa, mi affacciai al mondo della musica “professionale”. Siamo diventanti grandi amici, nel tempo, così quando ci siamo trovati nuovamente in studio, per lavorare su questo progetto, che poi è il mio primo progetto importante, il mio primo EP, è stato per entrambi semplice e bello. Abbiamo sperimentato e ricercato tanto, prima di arrivare insieme, a questo sound, misto di elettronica, indie, pop.

“Come stai” è il primo singolo estratto dall’EP, di cosa parla?

E’ il racconto di una storia d’amore finita. E’ la condivisione di una prospettiva comunque positiva. E’ la scelta di non piangersi addosso, rispetto ad un brutto epilogo.
Preferisco, tendenzialmente, sdrammatizzare sempre,  anche nel dispiacere, almeno ci provo.
Non mi andava di limitarmi al racconto di una storia finita e così, una notte, ho scritto di getto, una sorta di “manifesto dell’amore” e ho scelto di inserirlo come special, all’interno di “Come stai”.
Sentivo il bisogno profondo di ricordarmi e ricordare a tutti che Amore vuol dire Libertà, prima di ogni possibile declinazione.

In “Come stai” ci sono due donne: Desirèe Giorgetti voce femminile italo-francese e Marica Cotognini, l’attrice protagonista insieme a te del video. Come le hai scelte e perché?

Desirèe Giorgetti è stata scelta per la sua voce molto intensa, calda e dal retrogusto francese, desideravo un’attrice con sangue ed origini francesi e così è andata.
Con Marica Cotognini è stato un bellissimo incontro ed è una fortuna averla nel video perché è un talento importante e durante le riprese ha saputo regalarci grandi emozioni.
Sono molto felice, di entrambe le collaborazioni.

Qual è l’idea che avevi in mente e che hai chiesto di realizzare a Lorenzo Zanoni, regista del videoclip “Come stai”?

Lorenzo Zanoni è un giovane regista dal talento indiscusso e insieme a Lorenzo Tau (direttore della fotografia) sono riusciti a fare un gran lavoro.
Abbiamo parlato a lungo, insieme, di quello che speravo venisse fuori dalle immagini, dalle riprese e sono contento per il risultato finale.
Oggi, “Come stai” ha un video, pieno di poesia, dal sapore retrò, intenso e pieno di elementi a cui tengo particolarmente: dal mare alla mia palla psichedelica ed il merito è tutto loro.
Sono particolarmente grato anche a Noemi Intino (costumista) e Luciano Nestola (scenografo) perchè senza il loro estro creativo, il video non avrebbe sprigionato la stessa bellezza.

Quali sono le tue influenze musicali?

Da sempre, ascolto di tutto. Passo dall’elettronica internazionale al cantautorato italiano, quello più classico, dall’R&B anni ’90 al soul.
Mi piace l’idea di farmi contaminare da tutto ciò che mi piace, da tutto ciò che è diverso da me, che mi gira intorno o che scopro per puro caso su spotify o semplicemente su YouTube.

Il tuo artista preferito italiano e straniero?

Domanda difficilissima, rischio di fare un torto ai miei gusti mai troppo circoscritti.
Direi però Jovanotti, in Italia, per la sua capacità comunicativa e il suo talento nell’evolversi, senza ripetersi mai.
Tra gli artisti stranieri, è ancora più dura la scelta. Sono costretto ad esser “rimandato” in materia, per indecisione nella risposta.

Inizierai un tour live? Dove ti vedremo prossimamente?

Stiamo facendo le prove del live, in studio. Non vedo l’ora di suonare in giro.
Quando saprò con certezza le date dei prossimi appuntamenti, le comunicherò sulla mia pagina Facebook “AIELLOMUSIC”, dove tendo a condividere le cose più emozionanti che mi gravitano intorno.

ASCOLTA L’EP

https://lnk.to/Hi-Hello

VIDEOCLIP “COME STAI”

di Daniele Urciuolo, all rights reserved

Vibrazoni in libertà. Aiello presenta il suo nuovo EP “Hi-Hello” ultima modifica: 2017-06-07T15:39:43+00:00 da Redazione

Utilizziamo cookie analitici e di profilazione di terze parti per migliorare la tua esperienza di utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi