Amore e omaggio ad un secolo di cinema

di Isa Milk

Amore e omaggio ad un secolo di cinema

di Isa Milk

Amore e omaggio ad un secolo di cinema

di Isa Milk
1 minuti di lettura

Cinecittà di Christian De Sica è un grande spettacolo. Ma prima ancora è un grande amore e un grande omaggio che l’attore – il cui cognome rappresenta ben cent’anni di cinema italiano – ha fatto agli studi cinematografici di Roma.

La grande sorpresa di queste due ore piene di show è vederlo sotto una veste diversa, senza rimorsi su quanto fatto finora (c’è anche uno sketch divertente sui cinepattoni). Christian De Sica ripercorre la sua vita divisa tra riflettori e macchine da presa. Condivide i momenti più intensi della sua gioventù, citando i più grandi personaggi del nostro cinema come il padre Vittorio De Sica, Alberto Sordi, Roberto Rossellini, Cesare Zavattini, Marcello Mastroianni, Sophia Loren e molti altri. Spiega come il confronto con tutti questi artisti sia stato fondamentale per la propria formazione e realizzazione di uomo, prima ancora che attore. Ma tutti questi ricordi anche molto commoventi sono avvolti da un tripudio di colori e giacche glitterate e dall’accompagnamento di un gran corpo di ballo, una compagnia completa e un’ orchestra. Sì amici: tutto rigorosamente live, compreso il momento in cui suona l’ARMONICA (particolare che fa di Christian De Sica un mito indiscusso).

Comunque la primissima riflessione appena chiuso il sipario è stata: perché non gli danno la conduzione del Festival di Sanremo? Riuscirebbe davvero a mettere su qualcosa di nuovo e memorabile. Ne sono certa.

Non voglio spoilerarvi altro, quindi mi limito a consigliarvelo perché:

1. Non vi annoierà neanche un momento;

2. Cinecittà è un grande show e vi verrà subito voglia di rivederlo.

Trovate De Sica al Teatro Brancaccio di Roma fino al 13 aprile. (Purtroppo è l’ultima tappa della tournée che l’ha portato in giro per tutta Italia).

Di Isa Milk

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

governo Draghi: un'ammucchiata necessaria

Ammucchiata
necessaria = Draghi

3 minuti di letturaIl governo Draghi oggi sembra un’ammucchiata, persino uscita male. Non c’è dubbio. Capisco infatti la delusione di molti. Di chi voleva discontinuità

LEGGI TUTTO