AAARGH! Chi è Ale Giorgini?

di Daniele Urciuolo

AAARGH! Chi è Ale Giorgini?

di Daniele Urciuolo

AAARGH! Chi è Ale Giorgini?

di Daniele Urciuolo
2 minuti di lettura

Questa categoria è nata grazie e per colpa di Andy Warhol, geniale visionario e artista polivalente, nonché autore della frase: “nel futuro ognuno sarà famoso per 15 minuti”, indicando il tempo medio in cui un aspirante uomo di successo (o donna) sarà sotto la luce dei riflettori se è disposto a tutto per arrivarci ma non possiede il talento per rimanerci.

ARTE POP è come Nemo, è un pesce fuor d’acqua nel mare magnum della celebrità. Ma ci sono cose che non si possono comprare, né con una carta di credito, tanto meno al supermercato. E tra queste regna incontrastato il talento puro. Per un musicista l’orecchio assoluto è una dote naturale ma per tutti gli altri artisti, musicisti, pittori, disegnatori, registi, fotografi, sportivi, la creatività, il saper poggiare le dita sullo strumento di lavoro, è l’elemento che distingue un vero artista da un sosia, o come si dice oggi, nell’era dei social network, un fake.

Noi proviamo a scovare e a dare visibilità ai veri artisti, che lavorano tanto con merito, che stanno sulla scena da un po’ ma che casomai non hanno l’ambizione di far vedere la faccia, ma solo i loro lavori. Ale Giorgini, illustratore, esponente del pop surrealismo, ha creato dei personaggi che sono diventati idoli per i fans, con un tratto, uno stile unico, minimalista ma inimitabile.

Oggi sono onorato di parlare di un italiano, un italiano vero, come dice la canzone, Ale Giorgini (e mi auguro presto di poterlo intervistare).

Ale Giorgini è nato nel 1976, vive a Vicenza, ha lavorato come illustratore e vignettista per MTV, Gruner + Jahr / Mondadori, Gruppo L’Espresso, il Manifesto, Virgin Atlantic. Pubblica mensilmente i suoi fumetti su La Repubblica XL, Focus Junior e Focus Selvaggio. E’ stato il vignettista “diretta televisiva” per l’ultima edizione di Loveline su Mtv. Ha partecipato a mostre e spettacoli in Italia e all’estero (Roma, Sidney, Firenze, Milano, Perugia, Napoli, Bologna).

Famoso al pubblico anche per il suo “Ted Bunny”, coniglio serial killer wannabe, su XL di Repubblica.

Ha un Blog dove è possibile vedere le sue ultime produzioni, tra le quali una linea di t-shirts by Pinking che verranno distribuite nella catena di negozi Scout dalla prossima primavera.

Ecco come nasce un suo disegno:

Di seguito alcune sue opere ispirate a movie cult come Pulp Fiction, The Blues Brothers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli Correlati

referendum

Referendum:
le ragioni del No

18 minuti di letturaDomenica siamo chiamati ad esprimerci su temi di assoluta centralità per il futuro del sistema della giustizia italiana. Eppure, i quesiti introdotti

LEGGI TUTTO

La Sicilia secondo Camilleri

5 minuti di letturaLa Sicilia secondo Camilleri. Capace di scrivere nel suo studiolo freneticamente e per molte ore di seguito, generoso come pochi altri “maestri”

LEGGI TUTTO