Via Condotti in 9”58 : Il GOLDEN GALA di Roma 2012

Italy Athletics Golden Gala

A poco più di una settimana di distanza, il giorno dopo la tappa di Oslo della Diamond League, è giunto il momento di raccontare questo bellissimo evento che ha visto lo Stadio Olimpico di Roma protagonista di un grande spettacolo.
Il 31 Maggio la Capitale ha spalancato le porte ad una delle più importanti competizioni dell’Atletica Leggera: il Golden Gala, sponsorizzato Compeed.
Molti i nomi illustri presenti, il più illustre –forse- quello del jamaicano Usain Bolt, primatista mondiale sui 100m (9”58 il suo tempo).


Il compito di scaldare l’atmosfera è stato affidato ai ragazzi dell’atletica italiana impegnati sin dalle 14.30 nel “Palio dei Comuni” -in attesa del primo evento ufficiale, quello del lancio del peso, alle 18.15.
Ha preso così il via la competizione giunta alla sua 32esima edizione, nel 1980 il primo Golden Gala di Roma il più importante meeting internazionale di atletica leggera in Italia e uno degli appuntamenti più attesi nel quadro degli eventi sportivi della Capitale.
Ovviamente l’attesa maggiore era per l’ “uomo fulmine” ma il calorosissimo pubblico, dei quasi 60.000 dell’Olimpico, ha seguito con entusiasmo e partecipazione tutte le sfide: dal salto con l’asta che ha visto il francese Renaud Lavillenie imporsi con un ottimo 5.82 sull’australiano –attesissimo anche lui- Steven Hooker (fermatosi ai 5.42 con l’italiano Claudio Stecchi), al lancio del disco che ha incoronato vittorioso l’egiziano Ehsan Hadadi che con il suo lancio di 66.73 metri si è portato in testa alla Classifica Diamond –solamente 7° ed 8° posto per gli italiani Faloci e Kirchler in questa disciplina.


Grande successo hanno riscosso anche il 3000 siepi maschile -dove il keniota Paul Kipsiele Koech è andato non solo a vincere ma anche a conquistare la leadership mondiale stabilendo inoltre il Record del Meeting in 7:54.31- ed i 100m femminile – a vincere, in 11secondi netti, è stata l’atleta della Costa d’Avorio Murielle Ahoure che ha così anche stabilito il Record Nazionale.
7 le leadership mondiali stabilite.
4 i record del meeting.
3 i record nazionali.
E tra i 4 record del Meeting non poteva ovviamente mancare quello stabilito dall’uomo più veloce del Mondo, si parla infatti dei 9”76 di Usain Bolt che nella finale dei 100m ha battuto sia il connazionale Asafa Powell (insoddisfatto a fine gara per il suo 9”99 –che ha però migliorato già ieri in quel di Oslo) che il francese Christophe Lemaitre (il bianco più veloce, 10.04 il suo tempo).
Sempre nei 100m maschile si sono distinti anche l’atleta di Saint Kittis & Nevis, Kim Collins –il quale nonostante i suoi 36 anni è andato a piazzare il suo Season Best in 10.05, appena un centesimo dietro Lemaitre, e il jamaicano Lerone Clarke -5° in 10.16.
Gli italiani non hanno brillato, ma si sono difesi: per le donne, 5° Chiara Rosa nel lancio del peso, 6° Zahra Bani nel giavellotto, 6° La Mantia nel salto triplo, 9° la Gentili nei 400 ostacoli, Season Best per Martina Milani negli 800m, 8° la caravelli nei 100m ostacoli; per gli uomini invece Jose Bencosme De Leon –classe 1992- ha ottenuto il suo SB in 50.16 nei 400m ostacoli che hanno visto un motivatissimo Javier Culson, portoricano, andare a vincere di misura in 48.14, 11° Yuri Floriani che nei 3000siepi ha stabilito il suo record personale che gli ha permesso di staccare il suo biglietto per le Olimpiadi di Londra, ottavi a pari merito a 2.20 metri di altezza i due italiani del salto in alto Chesani e Fassinotti –classe 88 ed 89, 9° Mario Scapini negli 800m, 4°posto nella 4x100m per la squadra di Donati-Marani-Manenti-Cerutti (biglietto per gli Europei di Helsinki fatto).
Roma voleva Bolt e l’ha avuto.


Roma voleva un Meeting da Record e l’ha ottenuto.
Dopo i recenti Internazionali di Tennis, la Capitale è stata così, nella splendida cornice dello Stadio Olimpico, ancora una volta grande protagonista nello sport internazionale .

22 anni, studentessa Universitaria presso la School of Economics in TorVergata per il Master of Science in Business Administration, Laureata in Economia presso l'Università "LUISS Guido Carli" di Roma, amante dello Sport -in generale- e della "palla a spicchi" -in particolare, amante dei viaggi (con una spiccata predilezione per quelli Oltre-Oceano) e della Musica Non Conforme. Citazioni preferite : "A ship is safer when in the harbor but that's not what ships are for" & "I can resist everything except temptation".