Al Fringe Festival va in scena Lo Scorpione bianco

405170_3709389379033_1404562968_4461234_1886386378_n

LO SPETTACOLO In che momento l’esistenza diventa un incubo? E’ possibile continuare a vivere dopo essere stata oltraggiata con la massima umiliazione che subire possa una donna? In uno spazio atemporale si concentra tutto il tempo dell’universo: è la vendetta. Una donna riflette e compie la sua vendetta in uno stesso momento, un istante che altro non è che uno scivolo verso la pazzia. Ma la pazzia è una conseguenza o la vera causa dell’omicidio? E’ un crimine uccidere quando lo scopo è ripagare un altro crimine? Perché l’abbandono è un crimine, forse, che non può essere perdonato. E dopotutto, cosa sono i figli se non la fragile catena che unisce due persone col ricordo di una passione ormai tradita?

La donna parla. Parla da sola, o parla ad una vecchia attendente. In alcuni momenti è conscia e la sua mente enumera i fatti che la resero un essere vivente, un essere felice. Presto oscure nuvole rabbuiano la sua mente e la trascinano nell’ambito dal quale nessuno ritorna. Follia? Crudeltà spietata? Infanticidio? Tutte queste cose e nessuna. La donna agisce con la furia di una dea e la forza di una qualsiasi donna tradita. Ma pure la sua debolezza potrebbe essere ritenuta la vera causa del crimine. In un monologo straziante e pieno di rivelazioni, una donna spiega come si scenda nell’inferno.

DATE E ORARI MER 11/07 ore 22,00 palco B GIO 12/07 ore 20,30 palco A VEN 13/07 ore 23,30 palco C

LO SCORPIONE BIANCO Liberamente Tratto da La Medea di Euripide Di Daniel Fermani LA COMPAGNIA La Casa de Asterion – Los Toritos GLI ATTORI Laura Sales Giovanni Cordi REGIA Daniel Fermani SITO INTERNET www.lacasadeasterion-teatro.blogspot.com

Redazione di The Freak